lunedì, Maggio 16

Olimpiadi Pechino 2022, un’occasione d’oro per Xi Jinping L’analisi di David Bachman, University of Washington

0

I Giochi invernali del 2022 a Pechino offrono molti vantaggi alla Cina e non hanno davvero alcun aspetto negativo per il Paese.

Per il leader cinese, Xi Jinping, il risultato più importante dei Giochi sarà probabilmente il loro impatto sul suo pubblico nazionale, poiché la copertura mediatica cinese dei Giochi sarà altamente nazionalistica ed elogiativa, volta a impressionare il popolo cinese. A questo pubblico domestico, lo spettacolo dei Giochi rafforza la propaganda del governo sul successo e sui progressi della Cina verso il raggiungimento del “sogno cinese del grande ringiovanimento della nazione cinese“.

Ma non prevedo che i Giochi del 2022 avranno lo stesso effetto, a livello nazionale o internazionale, che hanno avuto le Olimpiadi estive di Pechino 2008, in parte perché le Olimpiadi invernali sono più piccole e il clima è più rigido, e in parte perché il 2008 è stata la prima volta in Cina ha ospitato le Olimpiadi.

Nel 2008, straordinarie cerimonie di apertura tra cui 5.000 ballerini che raccontavano una storia stilizzata di 5.000 anni di storia cinese hanno stupito il pubblico internazionale. Il potere di quella prima volta non può essere ripetuto.

Tuttavia, la Cina non ha badato a spese per prepararsi, con un rapporto di Insider che fissa il costo totale “superiore a 38,5 miliardi di dollari, 24 volte il budget iniziale del paese di 1,6 miliardi di dollari”. Come per tutto ciò che fa la Cina, quando vuole occupare il centro della scena a livello internazionale, metterà in scena un grande spettacolo.

Il profitto interno delle Olimpiadi è importante perché la Cina dovrà affrontare un anno difficile nel 2022. Xi sta cercando un terzo mandato senza precedenti come segretario generale del Partito Comunista. L’economia della nazione sta rallentando. Cresce l’opposizione internazionale alle violazioni dei diritti umani da parte della Cina nello Xinjiang e a Hong Kong e alla sua politica estera aggressiva. Xi spera che l’aspetto diversivo “panem et circenses” dei Giochi lo aiuterà a superare lo stress di quest’anno e a far avanzare la sua posizione politica.

La posizione domestica è un focus cruciale

I leader cinesi si preoccupano di migliorare lo status internazionale della nazione, ma stanno già lavorando da una posizione di relativa forza. L’ascesa della Cina a livello internazionale, soprattutto dal 2008, è innegabile. Il suo status di potenza numero due al mondo è quasi universalmente riconosciuto.

Credo che Xi voglia che i Giochi impressionino il mondo. Ma questo è meno importante per lui dell’effetto domestico dei Giochi.

La Cina non è tradizionalmente forte negli sport invernali. Ma il Paese ha investito molto nella preparazione di squadre sempre più competitive per questi Giochi. Il successo degli atleti cinesi ai Giochi rafforzerà la reputazione della Cina e quindi il senso di orgoglio dei cittadini cinesi. A sua volta, questo attutirà la concorrenza dell’opposizione di Xi all’interno del Partito Comunista Cinese.

La campionessa del mondo di FreeSki Eileen Gu ha scelto di gareggiare per la Cina – sua madre è cinese – e non per gli Stati Uniti, dove è nata ed è cittadina. La sua scelta potrebbe produrre oro in aree in cui la Cina non è un forte concorrente.

La sua decisione si riverbera anche con l’appello di Xi a tutti i cinesi etnici nel mondo per aiutare lo sviluppo della Cina. La propaganda interna cinese evidenzierà come ha scelto la Cina rispetto agli Stati Uniti e solleciterà implicitamente gli altri a fare lo stesso.

Seppellire il dissenso

In vista dei Giochi estivi dell’agosto 2008, la Cina ha dovuto affrontare diffuse critiche sui diritti umani per il suo sostegno ai crimini contro l’umanità del governo sudanese nel Darfur e per la repressione delle massicce proteste da parte dei tibetani.

Le cerimonie di apertura mozzafiato e i giochi di successo hanno smorzato le critiche. Quando il mese successivo è scoppiata la crisi finanziaria globale, i Giochi sono stati considerati dal popolo cinese come un simbolo dell’ascesa della Cina e la crisi finanziaria come un segno del declino degli Stati Uniti.

Allo stesso modo, nel periodo che precede il 2022, le pratiche in materia di diritti umani in Cina sono sotto tiro, in particolare per le sue incarcerazioni di massa nello Xinjiang e la soppressione dei diritti fondamentali a Hong Kong.

I Giochi Invernali potrebbero non avere il potere simbolico delle Olimpiadi del 2008. Ma i diritti umani probabilmente non riceveranno molta attenzione nonostante le pubblicità a tutta pagina sul New York Times che condannino il record dei diritti umani in Cina e invitino le società statunitensi a non acquistare pubblicità sulla NBC, la rete televisiva che porta le Olimpiadi negli Stati Uniti.

Tra gli elementi che aiutano Xi a raggiungere la propaganda e gli obiettivi politici che vuole: la minaccia del COVID-19.
Nessuno spettatore del grande pubblico sarà presente agli eventi. Atleti, funzionari e giornalisti saranno tenuti in una piccola bolla geografica per assicurarsi che non portino il COVID-19 in Cina né lo diffondano una volta lì. I giornalisti non avranno né la possibilità di intervistare i cinesi comuni, né la possibilità di indagare su notizie non relative alle Olimpiadi.

Potrebbero esserci atti di protesta individuali da parte di alcuni atleti non cinesi contro le pratiche cinesi in materia di diritti umani. Ma quelle proteste non verranno trasmesse alla televisione cinese e i manifestanti saranno probabilmente costretti a lasciare la Cina. Il Washington Post ha riferito che alla fine di gennaio Yang Shu, un membro del Comitato Organizzatore Olimpico della Cina, ha dichiarato in una conferenza stampa che “Qualsiasi espressione in linea con lo spirito olimpico, sono sicuro sarà protetta… Qualsiasi comportamento o discorso contrario all’Olimpico spirito, in particolare contro le leggi e i regolamenti cinesi, sono anche soggetti a una certa punizione”.

Senza spettatori e un ambiente altamente controllato per gli atleti e gli osservatori stranieri, ci sono poche possibilità che scoppino manifestazioni significative.

Qual è il guadagno?

La Cina ha speso miliardi per costruire i siti per gli eventi e utilizzerà milioni di litri d’acqua per produrre neve artificiale per le gare di sci. L’inverno è la stagione secca a Pechino e le nevicate sono rare nonostante le temperature molto fredde.

I costi potrebbero produrre qualche lamentela da parte dei cinesi preoccupati dal punto di vista ambientale e fiscale che verranno rapidamente repressi. E se la squadra cinese si comporta bene, queste lamentele potrebbero essere viste come antipatriottiche.

Per Xi Jinping e il resto della leadership cinese, i guadagni delle Olimpiadi sono immediati e i costi sono diffusi ea lungo termine. Alla fine, attraverso la propaganda e la repressione del dissenso, racconteranno una storia di trionfo al loro pubblico nazionale, il che rende utile lo svolgimento dei Giochi Olimpici per i loro scopi politici.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->