giovedì, Luglio 29

Ok il volo del primo razzo 'riutilizzabile' Blue Origin Perfetto atterraggio verticale per il New Shepard

0

Un collaudo ‘storico’ quello andato in scena ieri in Texas. Il volo del New Shepard, il primo razzo riutilizzabile, prodotto da Jeff Bezos (fondatore di Amazon) e dalla sua Blue Origin, è stato un successo. Il razzo, privo di equipaggio, è arrivato a un’altezza di 100 chilometri, quota dove viene convenzionalmente stabilito il confine tra atmosfera e Spazio, per poi tornare sulla terra e completare perfettamente l’atterraggio verticale.

Il razzo prende il nome da Alan Shepard, il primo americano a mettere piede nello Spazio, ed è composto da due elementi: una capsula in cui viene imbarcato l’equipaggio, e un razzo ausiliario che permette alla capsula di uscire dall’atmosfera terrestre. Completata questa fase, i due moduli si separa, con la capsula che continua il suo viaggio, mentre il razzo rientra nell’atmosfera e si riallinea con la piattaforma di lancio per eseguire una rientro controllato e , grazie all’uso del motore, riesce a rallentare la discesa e a toccare terra in posizione verticale. Si tratta del primo collaudo con un modello ‘vero’, visto che il primo con uno in scala era avvenuto nel 2006. Ora la Blue Origin prevede di poter tentare nei prossimi anni l’esperimento di portare un equipaggio di sei persone nello spazio. La nuova era dei viaggi al di fuori della Terra sta per avere inizio?

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->