lunedì, Ottobre 18

Nuova frontiera dei black people field_506ffbaa4a8d4

0

Tahirah Akilah ha avuto l’opportunità di sedersi con l’Onorevole Ministro Louis Farrakhan per discutere i problemi che riguardano direttamente le comunità nere o dei black people dal passato al presente. In questa epoca di social media e l’esposizione di brutalità della polizia e oppressione sistematica, molti sono alla ricerca di un capo specifico per prendere in carico e ci uniscono. E’ sempre stata una tradizione nella comunità nera che guardiamo ai nostri anziani come una guida senza persecuzioni o diffamazione di ciò che appare la nostra generazione o cose che non sta facendo. L’Onorevole Ministro Louis Farrakhan e della Nation of Islam ha abbracciato l’Hip-Hop per molti anni ed è stato in prima linea a parlare alla sua più grandi star musicali a guidarli nella giusta direzione, per contribuire a salvare la gente e preservare la nostra cultura. A volte questo è venuto come un danno per la sua campagna, come il suo personaggio e le sue intenzioni sono state fraintese dai media,portandolo ad non essere in grado di diffondere i suoi messaggi ai giovani a HBCU e scuole superiori in tutto il paese.

Nella sua intervista tocca molti temi che ci circondano attualmente come la droga infiltratasi nei ghetti, la costruzione di prigioni private (che sono destinate ad essere riempite con i giovani del ghetto che vendono la droga) e la guerra globale sulla comunità nera attraverso la propaganda nelle immagini cinematografiche e televisive. Nel corso del colloquio di un’ora, siamo in grado di ottenere uno sguardo approfondito sul modo in cui il ministro si sente il supporto ebraico è stato mira a indebolire e feminize uomini neri e degradare donne di colore, e l’influenza che hanno sulla nostra vita quotidiana. Si tocca anche l’eredità di entrambi Malcolm X, così come Martin Luther King Jr., che egli ritiene era molto più che solo un sognatore.

Questa intervista è stata condotta da Rick Dange a Philadelphia, PA.

(tratto dal canale ‘Youtube’ di ‘HIPHOPSINCE1987TV’)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->