martedì, Gennaio 18

No Vax, assassini a piede libero. E adesso basta! Il più rilevante diritto civile del 2022: liberarsi dagli 'untori' fisici e mentali. Non fisicamente, a quello ci pensano da soli, ma purtroppo pensano, e provvedono, anche per gli altri

0

E adesso basta.

Anzi: basta!

Con l’inizio del 2022 basta. E questi nostri pezzi quasi sempre fattuali, e comunque a partire da fatti, si mutano per questa volta in un autentico pezzo di opinione. E l’opinione è che di antivaccinisti, semivaccinisti, quasivaccinisti, forsevaccinisti e via dicendo non se ne può più, non ne possiamo più. Parafrasi contenuta di quanto generalmente viene espresso in modo più colorito. Ma il concetto è quello.

Con tutta la buona volontà e comprensione (e anche quelle…) c’è poco da capire di psicotici fideisti, e peggio, che rotti i patti sociali e anche altro continuano a diffondere sfiducia e virus.

E allora, forse, il più rilevante diritto civile del 2022 sarà liberarsi dagli ‘untori’ fisici e mentali. Non fisicamente, a quello ci pensano da soli. Ma purtroppo pensano, e provvedono, anche per gli altri. Per noi ‘altri’. E, certo, su un tema e in un contesto su cui non c’è mai stato molto da scherzare, ma adesso…

E se Roy Batty, il forseandroide protagonista di ‘Blade Runner‘ di Ridley Scott (1982) ne aveva viste cose «che voi umani non potreste immaginarvi» [«you people wouldn’t believe»], anche noi abbiamo visto e stiamo vedendo cose che, da italiani e non solo, non vorremmo vedere. Ne ricostruivamo la ‘trama’ nella seconda puntata su questi assassini a piede libero del 28 dicembre 2021 ‘Covid-19: ce la meritiamo la quarta ondata‘, riferita a ‘quegli altri’. Quelli cioè che dovrebbero proteggerci, politici, biologi & Co.. Prima si era esordito con ‘No Vax, assassini a piede libero‘ il 29 novembre 2021. Un’analisi dei comportamenti di antivaccinisti, semivaccinisti, quasivaccinisti e forsevaccinisti che si concludeva con l’indicazione di dove stavano andando e dove in realtà dovrebbero andare, da soli o gentilmente accompagnati. Oltre che in galera dove pure egregiamente​ starebbero.

Ma adesso che l’onda monta, e minaccia di travolgere molto e molti di più di quel che si poteva preconizzare, resta una sola, lineare espressione: basta.

Anzi, appunto, basta!

ASSASSINI A PIEDE LIBERO /3 (continua)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

Giornalista. Editore con ‘La Voce multimedia’

End Comment -->