sabato, Ottobre 16

Nigeria: Boko Haram e i danni all'economia field_506ff510725be

0

In sette anni d’insurrezioni l’organizzazione jihadista sunnita Boko Haram ha causato 9 miliardi di dollari di danni in sei stati nel Nord della Nigeria. Solo nel mese di Marzo un dossier della Banca Mondiale valutava i disastri causati dalla guerriglia nello stato del Borno pari a $ 5.9 miliardi di dollari. Il Borno è una delle regioni più colpite dalle lotte tra Boko Haram e le autorità nigeriane ed assieme ad altri 35 stati compone la struttura amministrativa della Repubblica della Nigeria. Questo territorio è ricordato soprattutto per il rapimento, avvenuto da parte della fazione terroristica, di 276 studentesse nella città di Chibok. solo una cinquantina di esse riesci a trovare una via di fuga, ma le altre restarono nelle mani dei loro sequestratori con la minaccia di essere vendute come schiave. Le perdite non pesano solo a livello economico, ma anche umano dato che le costati insurrezioni dei jihadisti sunniti hanno causato la morte di 20mila persone. Gli attacchi hanno avuto inizio nel 2009 ed erano localizzati principalmente  nelle zone a nord-est della nazioneLo studio finanziario è stato condotto secondo uno specifico programma denominatoricostruzione e pacificazione‘, che è stato varato dalla cooperazione di Onu ed Unione europea. Nel frattempo Boko Haram ha proseguito la sua espansione spingendosi fin dal 2014 in alcune zone a nord del Camerun con l’intento di migliorare d’incrementare la sua  presenza nella zona centro-africana.

(Fonte video tratta da canale YouTube ‘Africa News‘)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->