lunedì, Maggio 10

New Mexico contro Trump Primarie negli USA

0

Durante la visita elettorale in New Mexico, prevista dalla campagna per le primarie repubblicane, di Donald Trump, centinaia di manifestanti si sono riuniti all’estero del centro che ospitava la presentazione del candidato protestando animatamente. La folla tenuta a fatica a bada dalle autorità ha ridotto a brandelli alcuni fantocci di cartapesta raffiguranti l’aspirante Presidente degli Stati Uniti, dimostrando il proprio dissenso per la candidatura del magnate newyorkese. Molti gli striscioni presenti all’esterno del ‘Convention Center’ di Albuquerque  inneggianti slogan come «Trump è un fascista» e «Abbiamo ascoltato abbastanza». Il padrone dell’omonima Trump Tower non si è lasciato intimorire dalle proteste ed ha risposto ironicamente al gruppo di oppositori  «Andate a casa dalla mamma». Gli scontri sono stati sedati dalle autorità presenti con l’utilizzo di spray urticanti e gas lacrimogeni.

Dopo la vittoria nello Stato di Washington a Trump mancano solo 8 delegati per essere nominato come unico candidato del Partito Repubblicano alla 43°esima corsa alla presidenza degli Stati Uniti, mentre Hilary Clinton, seppur in vantaggio rispetto allo sfidante Bernie Sunders, raccoglie a fatica lo stesso numero di consensi dovendo ancora aggiudicarsi 82 delegati per accedere alla nomina ufficiale. Donald Trump riceverà la conferma della sua candidatura repubblicana con la prossima tornata elettorale del 7 giugno in New Jersey e in California.

 

(Video tratto da Canale YouTube ‘AFP News Agency‘)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->