domenica, Luglio 25

NBC alla conquista del magico mondo DreamWorks La società di distribuzione e produzione cinematografica statunitense passa al noto network radiotelevisivo

0

La  NBCUniversal Comcast, società madre della NBC News e dell’omonima casa di produzione cinematografica, ha annunciato nella serata di ieri l’acquisto di DreamWorks Animation per un valore di 41 dollari ad azione pari a 3,8 miliardi di dollari. L’amministratore delegato di Comcast Steve Burke ha dichiarato che l’annessione del noto studio cinematografico aiuterà NBC nella distribuzione e produzione di  film, di programmi televisivi e nella gestione di parchi a tema e di  prodotti di consumo per le imprese. La Dreamworks nata nel 1994 dalle straordinarie menti di  Steven Spielberg, Jeffrey Katzenberg, ex capo del reparto animazione della Walt Disney, David Geffen, noto discografico, e Paul Allen, cofondatore di Microsoft, partecipante al progetto come promotore finanziario esordì nel mondo dello spettacolo in punta di piedi. Dato lo scarso successo iniziale e le costanti difficoltà a trovare il giusto ‘slancio’ nel 2003 la società venne venduta alla Universal Music Group, dove prese il nome di ‘DreamWorks Nashville‘. Con il cambio di gestione DreamWorks conobbe il successo che l’ha resa famosa in tutto il mondo grazie a saghe d’animazione come Shrek, Madagascar, Kung Fu Panda, Dragon Trainer. Ai film per famiglie si aggiungono anche diverse serie tv come la fortunatissima Bands of Brothers o pellicole da premio Oscar come A Beautifull Mind, Lemony Snicket – Una serie di sfortunati eventi e Flags of Our Fathers.

 

(Fonte video tratta da canale YouTube ‘Wochit Business‘)

 

 

(Fonte video tratta da canale YouTube ‘CNN‘)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->