venerdì, Settembre 17

Napoli, capitale del Mediterraneo

0
1 2


Nodi infrastrutturali strategici del sistema logistico nazionale e ‘porte di accesso’ ai mercati nazionali e internazionali, i porti oggi non sono considerati soltanto come approdi, ma snodi di una rete logistica più ampia. In quest’ottica il Piano Strategico Nazionale della Portualità e della Logistica prevede la creazione di Autorità portuali di Sistema. E’ quindi fondamentale che si inquadri ogni struttura in una visione sistemica della portualità nazionale e che si tenga conto anche delle strategie europee, in particolare della cosiddetta Tent-T, la Rete Trans Europea dei Trasporti.

A tal riguardo, il porto di Napoli rientra tra quelli appartenenti al core network; è cioè tra quelli ritenuti strategici nella costruzione della rete trans-europea dei trasporti, perché rispondenti all’evoluzione della domanda di traffico e alla necessità del trasporto multimodale, insieme ad Ancona, Augusta, Bari, Cagliari, Genova, Gioia Tauro, La Spezia, Livorno, Palermo, Ravenna, Taranto, Trieste e Venezia.

La Commissione Europea, sottolineando la necessità di ammodernare e integrare le infrastrutture di rete per il trasporto ferroviario e marittimo nelle aree più bisognose, ipotizza che i progetti collegati alla rete Tent-T possano essere inclusi in un unico programma nazionale per le Regioni meno sviluppate concentrandosi esclusivamente sulle infrastrutture a carattere regionale o locale.

Alla luce di ciò l’Unione Industriali partenopea e la Confcommercio di Napoli, rappresentanti di forze produttive napoletane che sono parte imprescindibile del sistema portuale, hanno predisposto un documento per definire le prospettive di sviluppo del porto partenopeo, nella convinzione che «l’efficienza e l’elevata qualificazione di questo sistema costituiscano, in molteplici settori, da quello turistico a quello produttivo, uno dei punti cardine su cui Napoli deve fondare il suo indiscutibile ruolo di capitale del Mezzogiorno».

Forse non tutti sanno che il porto di Napoli rappresenta la più grande azienda della città. Esso è uno dei maggiori porti d’Europa, occupa l’insenatura naturale più a nord del Golfo di Napoli e si estende per alcuni chilometri dal centro della città verso la sua zona orientale. La maggior parte dei traffici si svolge nei due moli più importanti e centrali: il Molo Angioino, destinato all’approdo delle navi da crociera, con la famosa Stazione Marittima (la più vasta del globo con i suoi 12 km quadrati di superficie e i 10 approdi per navi di grande e medio tonnellaggio) e il Molo Beverello, dove attraccano i traghetti e gli aliscafi che collegano Napoli con le isole del Golfo (Capri, Ischia, Procida).

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->