martedì, Ottobre 19

mRNA, una rivoluzione contro il Covid-19 e contro il cancro Ecco l’origine dei ‘oligonucleotidi antisenso’, che sono attualmente in fase di sperimentazione negli studi clinici

0

Con la notizia del sostegno americano alla sospensione dei brevetti dei vaccini anti-Covid-19, tutti si chiedono come evolverà la battaglia dei vaccini, anche perché rinunciando alla protezione della proprietà intellettuale, gli USA potrebbero rendere disponibile all’intero pianeta un’importante tecnologia, utilizzabile anche per curare altre malattie come il cancro.

Questa tecnologia è l’mRNA che, secondo la chiave per lo sviluppo di ulteriori trattamenti contro il cancro.

Crea e Kalu, nella loro ricerca, spiegano che tre tipi di molecole trasportano informazioni in una cellula e ciascuna di queste molecole svolge la propria importante funzione. Il primo è il DNA, che contiene informazioni genetiche cablate. Il secondo, RNA, è una copia temporanea di una particolare istruzione derivata dal DNA. Ultime sono le proteine ​​prodotte grazie alle informazioni fornite dall’RNA. Queste proteine ​​sono i ’cavalli di battaglia’ delle cellule, che svolgono funzioni specifiche, come aiutare le cellule a muoversi, riprodursi e generare energia.

In linea con questo modello, l’RNA è stato a lungo considerato nient’altro che un intermediario tra DNA e proteine. Ma i ricercatori stanno iniziando a scoprire che l’RNA è molto più di un intermediario e potrebbe contenere il segreto della progressione del cancro.

La ricerca ha scoperto un nuovo tipo di RNA che guida la progressione del cancro senza produrre alcuna proteina e questo tipo di scoperta potrebbe aprire la strada a un modo completamente nuovo di prendere di mira le cellule tumorali. Ma per capire come ciò sia possibile, è innanzitutto importante conoscere i diversi tipi di RNA che abbiamo nel nostro corpo.

Solo l’1% circa del DNA viene copiato negli RNA che producono proteine. Altri RNA aiutano la produzione di proteine. Il resto (noto come RNA non codificante) è stato a lungo ritenuto non avere alcuna funzione nel corpo umano. Ma studi recenti stanno mettendo in dubbio queste ipotesi, dimostrando che questi RNA ‘inutili’ in realtà svolgono uno scopo molto specifico. In effetti, questi RNA ‘non codificanti’ regolano le funzioni di molti geni, controllando così aspetti chiave della vita delle cellule.

Il tipo più abbondante di RNA non codificanti sono, secondo i due ricercatori, RNA lunghi non codificanti (lncRNA). Queste sono molecole lunghe che interagiscono con molte molecole diverse nella cellula e consentono a molte funzioni diverse di svolgersi tra le cellule.

Ad esempio, alcuni lncRNA ‘afferrano’ diverse proteine ​​e le raccolgono per lavorare in uno spazio cellulare specifico, come lo stesso segmento genico. Questa funzione è essenziale per controllare l’inattivazione di alcuni geni durante lo sviluppo.

Non conoscere la sua normale funzione significa anche che non possiamo studiare il ruolo di questa molecola nel causare malattie, compreso il cancro.

Il gruppo di ricerca sta iniziando a comprendere le molte importanti funzioni degli lncRNA nella progressione del cancro. Ad esempio, che alcuni lncRNA facilitano la moltiplicazione delle cellule tumorali, l’interazione con le cellule vicine e la fuga dal sistema immunitario del corpo. A differenza delle proteine, che sono presenti in diversi tipi di cellule, ogni lncRNA è presente in un tipo di cellula specifico e può essere rilevato nei fluidi corporei, come il sangue, diventando  strumenti diagnostici e terapeutici molto attraenti.

Nel loro ultimo lavoro, Crea e Kalu hanno identificato un lncRNA che è presente nella forma più aggressiva di cancro alla prostata. Per scoprire questo specifico lncRNA, hanno analizzato i profili di RNA di centinaia di pazienti con cancro alla prostata, scoprendo che questo lncRNA era spesso associato solo alle forme più aggressive.

Hanno anche scoperto che questo lncRNA ha due funzioni separate: una nel nucleo (il ‘nucleo’ delle cellule, contenente il DNA) e una nel citoplasma (la parte esterna di una cellula, contenente diversi organelli (come i mitocondri). Nel nucleo della cellula, l’lncRNA si lega a una proteina e la dirige verso uno specifico tratto di DNA, dove può attivare un gene. Questo meccanismo aumenta la capacità delle cellule del cancro alla prostata di diffondersi ad altri tessuti. lncRNA si lega a un altro RNA e aiuta le cellule tumorali a moltiplicarsi.

Poiché questo lncRNA era collegato alla progressione del cancro, i ricercatori hanno deciso di progettare un nuovo tipo di farmaci in grado di bersagliarlo, utilizzando molecole chiamate ‘oligonucleotidi antisenso’, che sono attualmente in fase di sperimentazione negli studi clinici. Si tratta di piccoli tratti di DNA sintetico che legano l’RNA bersaglio e ne innescano la disgregazione. Utilizzando queste molecole, hanno scoperto che, prendendo di mira l’lncRNA, sono stati in grado di fermare sia la crescita che la diffusione del cancro. Curiosamente, alcuni lncRNA sono espressi solo in alcuni tessuti e potrebbero essere responsabili di tratti specifici dell’uomo, ad esempio, il maggiore sviluppo di alcune aree cerebrali. Per questo motivo, gli lncRNA sono anche un’area attiva di indagine nei disturbi neurodegenerativi, come la demenza.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->