sabato, Maggio 8

Mosul, dentro l'accampamento Usa field_506ffb1d3dbe2

0

L’inviato della ‘BBC’ mostra in questo video la vita delle truppe statunitensi all’interno dell’accampamento nei pressi di Mosul, in Iraq. Oltre al contingente italiano posto a guardia della diga sul Tigri, a breve verranno inviati 560 soldati aggiuntivi per organizzare gli attacchi contro Daesh nel nord del Paese. Gli Stati Uniti possiedono così un impiego totale di 4600 soldati; i nuovi arrivi daranno assistenza alle forze locali per la riconquista di Mosul. In questi giorni il politico francese Stephane Le Foll ha dichiarato che presto arriverà un attacco coordinato tra Francia e Stati Uniti su Mosul: verosimilmente, l’offensiva vera e propria si verificherà tra pochi giorni, ma già ieri sono arrivate conferme di un’avanzata dell’esercito iracheno verso la città, con la conquista di alcuni villaggi vicini. Preoccupano le operazioni di ricerca per le vie di fuga e i corridori umanitari, al fine di evitare il coinvolgimento della popolazione civile. Mosul è una città molto grande e popolata, che necessità di una strategia ben precisa per le operazioni di sgombero.

All’interno dell’accampamento statunitense emerge la forte collaborazione instaurata tra le truppe governative irachene e quelle americane, al fine di arrivare alla risoluzione del conflitto e sconfiggere Daesh in quella che è considerata la sua “capitale”.

(video tratto dal canale Youtube di ‘BBC News’)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->