lunedì, Settembre 27

Mississippi, sì alla legge anti-gay

0

Diventano legge in Mississippi le misure anti-gay. Il provvedimento sulla libertà religiosa è stato firmato dal governatore dello Stato, Phil Bryant, ma divampano le polemiche. la legge consente di non prestare servizi alle coppie gay per motivi religiosi, proteggere così coloro che in virtù della propria fede credono che il matrimonio debba essere solo tra uomo e donna. Una legge simile a quella stabilita in altri stati come North Carolina, Georgia e South Dakota. Ma in questi ultimi due Stati i governatori in carica hanno posto il veto.

A manifestare contro la legge le associazioni per la difesa dei diritti civili e della comunità Lgbt, che parlano apertamente di discriminazione. «La legge rafforza semplicemente diritti che già esistono e che riguardano l’esercizio della libertà religiosa come sancito nel primo emendamento della costituzione Usa», ha commentato il governatore Bryant.

(video tratto dal canale Youtube della BBC)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->