mercoledì, Giugno 23

Migranti, sgomberi e respingimenti tra i gas lacrimogeni field_506ffbaa4a8d4

0
1 2 3 4


Dopo la travolgente vittoria alle primarie in Carolina del Sud, Hillary Clinton punta a fare il bis in Texas. Il ‘Lone Star State’ è considerato il premio più ambito del super martedì di domani, quando si vota in 13 Stati. In Texas sono in palio 222 delegati e una decisa vittoria dell’ex segretario di Stato renderebbe praticamente impossibile per Bernie Sanders arrivare alla nomination. Nessuno Stato appare più adatto del Texas a dare alla campagna della Clinton l’aurea di ‘inevitabilità’ della sua nomination, nota il Washington Post. Questa volta dovrà dimostrare di vincere non solo fra gli afroamericani, ma anche fra i latinos e i bianchi.

Qui l’ex first lady può comunque contare su un ampio supporto che la fece già vincere le primarie nel 2008 in questo Stato contro Barack Obama. Hillary e suo marito Bill possono disporre in Texas di un’ampia rete di sostenitori, la cui costruzione è iniziata negli anni Settanta quando i Clinton sostenevano George McGovern e facevano campagna porta a porta per convincere i latinoamericani a registrarsi per andare a votare. Molto si giocherà comunque sulla capacità di saper mobilitare gli elettori per spingere a partecipare alle primarie. Sanders, che spera nel voto dei latinos più giovani, non ha comunque investito molto sul Texas, dove in tv si vedono praticamente solo gli spot della Clinton. Gli altri Stati dove si vota sono Alabama, Arkansas, Colorado, Georgia, Massachusetts, Minnesota, Oklahoma, Tenn.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->