sabato, Settembre 25

Migranti, modifiche al Trattato di Dublino Grecia, nominata donna-Presidente per formare nuovo governo

0
1 2 3


Arriva dalla portavoce della Commissione Ue in materia di immigrazione, Natasha Bertaud la notizia che l’Esecutivo europeo proporrà entro la fine dell’anno «un meccanismo permanente, vincolante e con quote» per la ripartizione di richiedenti asilo in caso di emergenze che possano verificarsi in qualunque Paese Ue. Le regole sancite al momento dal regolamento di Dublino, che prevedono la responsabilità esclusiva dei Paesi dove i migranti arrivano inizialmente, avrebbe in questo caso  un’’eccezione strutturale’ alle regole sull’asilo politico, che segnerebbero solo l’inizio di una futura regolamentazione prevista per il 2016, in cui si procederà «a una revisione generale delle regole di Dublino, per verificare se siano necessari ulteriori cambiamenti». La decisione arriva alla luce degli sviluppi di quest’oggi. Nelle ultime 24 ore sono infatti entrati in Macedonia 1.288 migranti e profughi in larga maggioranza siriani, ma anche afgani, pakistani, palestinesi e iracheni. Circa 50 cadaveri sono stati ritrovati in un tir parcheggiato in un’area di sosta dell’autostrada A4, tra il lago Neusiedl e la località di Parndorf, nello stato austriaco del Burgenland, alla frontiera con l’Ungheria. La tragedia ha scosso l’Alto commissario dell’Onu per i rifugiati, António Guterres, che ha sottolineato che l’Europa dovrebbe proteggere i profughi dai trafficanti di esseri umani e «creare un sistema che funzioni in modo ordinato e permetta di richiedere asilo in modo legale». Il monito dell’UNHCR ha infine definito il sistema di asilo che vige nell’Unione Europea «completamente inadeguato».

La scoperta dei corpi nel tir è stata fatta proprio mentre il cancelliere tedesco, Angela Merkel e i leader di 8 Paesi balcanici si incontravano a Vienna per concordare una strategia per affrontare la crisi. La strage è «un avvertimento a prendere sul serio il tema, rapidamente e nello spirito europeo di solidarietà», ha detto Merkel, che ha aggiunto di essere «sconvolta». Il summit di Vienna, che si sta svolgendo proprio in queste ore, avrebbe lo scopo di affrontare la più pesante crisi europea dei rifugiati dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. Al tavolo dei lavori il capo della diplomazia Ue, Federica Mogherini, i leader dei Balcani occidentali e i vertici dell’Unione Europea.

«A meno che non abbiamo una risposta europea a questa crisi, nessuno si deve illudere che possa essere risolta», ha detto il ministro degli Esteri macedone, Nikola Poposki, intervenendo al vertice. Serbia e Macedonia sono infatti gli stati balcanici che maggiormente stanno subendo le conseguenze delle ondate di immigrati, soprattutto siriani, che battono la rotta del sud est europeo per cercare una via di salvezza.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->