lunedì, Giugno 27

Messaggio nello spazio: Gj 273, se ci sei batti un colpo Il messaggio per gli alieni è partito dalla Norvegia. Ce ne parla Douglas Vakoch, ricercatore e Presidente del METI

0
1 2 3 4


Quanto è sviluppata la ricerca sugli extraterrestri oggi?

Abbiamo sempre bisogno di essere consapevoli del più ampio contesto scientifico per la ricerca sulla vita extraterrestre, e questo è fornito dal campo interdisciplinare chiamato “astrobiologia”. La ricerca di Astrobiologia è stata guidata dall’equazione di Drake, una struttura che ci aiuta a riflettere su tutti i fattori necessario per la vita là fuori che può comunicare con noi. Gli astronomi hanno enfatizzato i primi termini dell’Equazione di Drake: il tasso di formazione stellare, la frazione di stelle che hanno pianeti e il numero medio di pianeti simili alla Terra in ciascuno di questi sistemi stellari. I biologi si sono concentrati sul termine medio dell’equazione di Drake: quanto spesso la vita sorge su un pianeta simile alla Terra?

Ma gli ultimi tre termini dell’equazione di Drake sono stati ignorati tristemente. Dobbiamo capire quanto spesso i pianeti con la vita vanno a sviluppare una vita specificamente intelligente. Una volta che l’intelligenza sorge, che cosa porta allo sviluppo di una civiltà che ha la capacità e la motivazione di comunicare con altri mondi? E infine il più grande sconosciuto: per quanto tempo sopravvivranno le civiltà?

Inoltre, dobbiamo considerare metodi di comunicazione che differiscono da quelli usati dagli umani. Se guardi a quanta parte del cervello umano è dedicata all’elaborazione delle informazioni sensoriali dai nostri vari sensi, vedrai che siamo in gran parte creature visive e uditive. Quindi, pensiamo naturalmente che altre intelligenze saranno in grado di vedere e sentire. Ma dovremmo anche essere aperti all’intelligenza basata su un senso dell’olfatto, come le formiche che comunicano attraverso un “linguaggio” chimico complesso.

Per comprendere la possibile natura dell’intelligenza extraterrestre e la varietà di forme che potrebbe assumere la comunicazione, dobbiamo mettere la ricerca dell’intelligenza nel cosmo in una prospettiva più ampia della ricerca della vita oltre la Terra e degli ambienti in cui potrebbe esistere. Mentre la ricerca della vita oltre la Terra si è sviluppata nell’ultimo mezzo secolo, gli astronomi hanno dedicato molta attenzione alla ricerca di mondi che potessero sostenere la vita. Abbiamo visto un’esplosione di scoperte di pianeti extrasolari. Ora sappiamo che quasi tutte le stelle hanno pianeti intorno a loro, e approssimativamente una su cinque stelle ha un pianeta simile alla Terra nella sua zona abitabile – la regione attorno alla stella dove potrebbe esistere acqua liquida su un pianeta. Quindi c’è un sacco di beni immobili là fuori che potrebbero essere abitati. Ma c’è qualcuno a casa?

Per rispondere a questa domanda, dobbiamo esplorare aree che sono state trascurate dalla comunità internazionale di astrobiologia. Dobbiamo capire come si evolve l’intelligenza. C’è una naturale tendenza alla vita a diventare più intelligenti nel corso di miliardi di anni, o è stato un caso che l’Homo sapiens sorse? Perché un alieno dovrebbe essere motivato a prendere contatto? Come può una civiltà che ha la tecnologia per distruggere se stessa, invece usa quella comprensione per sviluppare una cultura che sia sostenibile per migliaia o milioni di anni.

Per la natura stessa della comunicazione interstellare, abbiamo bisogno di essere preparati per una ricerca che potrebbe richiedere secoli, anche millenni. Al centro di questa ricerca c’è la sostenibilità, al livello più fondamentale, la sostenibilità della nostra stessa civiltà tecnologica. A volte le persone chiedono “Come puoi giustificare la ricerca della vita oltre la Terra, quando abbiamo così tanti problemi da risolvere proprio qui sulla Terra?” Abbiamo bisogno di superare quel pensiero semplicistico – che a noi importa o questo mondo o cerchiamo gli altri. Nel lungo periodo, la nostra unica possibilità di trovare la vita su altri mondi è prima di imparare come prenderci più cura del nostro pianeta.

Spesso leggiamo false notizie sugli extraterrestri, che sono progettate per aumentare il mito degli alieni. Queste idee portano le persone a non credere nemmeno nella ricerca affidabile sulle forme di vita nello spazio. Come distinguere le ricerche attendibili dalle leggende?

L’elemento chiave della scienza è che richiede la replica. Non è sufficiente che uno scienziato faccia un reclamo se nessun altro può replicare l’osservazione. Ecco perché inviamo messaggi a Star di Luyten in tre giorni separati, e poi ancora sei mesi dopo, di nuovo invio di nuovo. Senza quell’opportunità per gli scienziati extraterrestri di confermare i nostri segnali, non avrebbero alcun motivo convincente di credere che abbiano rilevato prove di vita extraterrestre. Altrimenti sarebbe solo una leggenda di cui non ci si poteva fidare.

Continua a pagina 4

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->