lunedì, Settembre 27

Merck e Gates Fondation: tra vaccini killer e sterilizzazioni di massa

0
1 2 3 4


Gli effetti negativi sulla salute dello Zostavax, nascosti dalla Merck, le strane dichiarazioni di Bill Gates sulla sovrappopolazione mondiale e i sospetti di sterilizzazione di massa attuate durante specifiche campagne di vaccinazione promosse da OMS, UNICEF, e finanziate dalla Gates Fondation hanno creato un altro effetto secondario, ma molto grave sulla salute pubblica. Milioni di genitori stanno rifiutando di far vaccinare i propri figli sia in Occidente che nel Terzo Mondo.
Le attività sospette della Merck e della Gates Fondation  o le frodi e la corruzione che esiste in certa parte dell’industria dei vaccini, non devono essere utilizzate per mettere sotto accusa i vaccini. Dalla loro scoperta hanno salvato milioni di vite umane e sradicato malattie endemiche che duravano da oltre mille anni. Quello che deve essere messo in discussione è la gestione della ricerca di vaccini e della campagne di vaccinazione affidate a ditte private. Occorre distruggere l’attuale monopolio di ricerca detenuto dalle holding farmaceutiche private. Queste holding devono rendere conto per ogni azione appurata che danneggi la salute pubblica così come devono terminare i finanziamenti privati ad organismi internazionali quali OMS o UNICEF, sostituiti da finanziamenti pubblici rispettosi delle regole etiche. Nel caso di Bill Gates pare necessario aprire una seria indagine per appurare se le sue stravaganti osservazioni sulla sovrappopolazione mondiale nascondino o no un piano di sterminio mondiale. Azione che si rende necessaria sia per la reputazione del ex magnate dell’Informatica, sia per la tutela della salute pubblica.
La ricerca medica e le campagne di vaccinazione, secondo alcuni osservatori e addetti ai lavori, dovrebbero essere inserite in precisi piani dei Ministeri della Sanità di ogni Governo, adeguatamente finanziate e sottoposte a rigide regole etiche. La ragione che renderebbe questo trasferimento di competenze necessario è banale: i governi hanno l’interesse a difendere la salute pubblica per evitare gravi conseguenze politiche, costi sociali e produttivi; le multinazionali farmaceutiche hanno l’interesse contrario: trarre profitti sulla salute dei consumatori.

***

 

I precedenti servizi dello speciale ‘Vaccino rVSV-ZEBOV e Bill & Melinda Gates Fondation‘ sono:

Mondo scientifico dubbioso sul vaccino Merck: non sconfiggerà Ebola’  pubblicato 31 maggio 2017
Dietro le quinte del vaccino contro Ebola di Bill Gates‘ pubblicato il 30 maggio 2017

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->