martedì, Maggio 18

Meeting CL: attendendo il Messia .3

0

Nel vivo dei ‘politici da sbarco’, il cui massimo esponente, e nuovo nume tutelare di Cl e Meeting Cl, arriva Martedì 25, alle 13:00, Matteo Renzi, Presidente del Consiglio, a capeggiare la folta compagine di suoi Ministri che, novelli Giovanni, hanno preparato la venuta del Messia. Che ha pensato bene di inviare, a precederlo, nella giornata di Lunedì 24 due fidi fidati. Il Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Graziano Delrio (che, forse, però, fido fidato Renzi ora lo considera un momentino meno) e, soprattutto, il conterraneo Marco Carrai, presentato come Presidente Cambridge Management Consulting Labs Srl (e qui servirebbe il Gran Capo di Lillo e Greg), uomo di fiducia ‘economica’ già dai tempi di Sindaco di Firenze, e fortemente legato a Cl da molti anni.

Renzi parlerà sul tema ‘L’Italia e la sfida del mondo’, E vedremo.

Intanto quest’anno il filo conduttore è «Di che è mancanza questa mancanza, cuore, che a un tratto ne sei pieno?». Risultano meno pieni, di Sponsor, Stand e Persone, in base ad una nostra scientifica rilevazione spannometrica, gli enormi spazi della Nuova Fiera di Rimini. E se Renzi arriva in Riviera per benedire Cl ed annettersela, risponde in pieno all’esigenza di rendere piena la mancanza di riferimenti politici.

Nello stesso giorno sarà al Meeting uno dei più importanti, e profondi, linguisti mondiali, Noam Chomsky, Professore al Massachusetts Institute of Technology, e, soprattutto, tra i più rigorosi ed acuti critici, da sinistra, della struttura del potere mondiale. Con particolare riguardo, ovviamente, ai suoi Stati Uniti d’America. Sarebbe stato interessante farli incontrare, ma una delle regole rigorosamente osservate del Meeting è di non disturbare il manovratore. Specie se ospite. Ché il rapporto stretto con il potere, qualunque, purché insediato o in fieri, in Italia o altrove, è costante della gestione di Cl. E del Mereting. E, naturalmente, con i protagonisti economici forti. Con tutto quello che ha comportato e comporta in termini di ‘attenzioni’ giudiziarie che hanno colpito il Meeting, ma prima e più in generale la ‘Casa madre’ ciellina ed altre filiazioni di Compagnia delle Opere Fondazione per la Sussidiarietà.

In questa direzione si muove la polemica tra ‘Il Fatto quotidiano, ed il suo Direttore, Marco Travaglio, e Gianni Riotta, che nel suo intervento di Sabato 22 si è di fatto autonominato ciellino ad honorem. Difendendo tutto ed il contrario di tutto ciò che esca da questi lidi. Anche dell’impresentabile. Che non ne rappresenta la vera, ontologica, natura, ma da cui è onestà intellettuale non prescindere.

3. Continua

 

Questa è la puntata Numero 200 (duecento!) de il Contrappunto su ‘L’Indro’, e sono quasi, o oltre, 300 (trecento!) pezzi complessivi, comprendendo da il Punto a la Settimana, ora Strapaese delle meraviglie, a tutto il resto. In occasioni precedenti abbiamo impiegato simili appuntamenti per tirare un Bilancio ed indicare una Prospettiva. Avendo invece scelto in questo caso di continuare a seguire la stretta attualità, posponiamo a quanto prima.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->