mercoledì, Ottobre 27

McCain e la 'tragedia' chiamata F-35 'E' stato sia uno scandalo che una tragedia per quanto riguarda costi, tempi e prestazioni'

0

Negli USA si torna a parlare di F-35 e a farlo è il senatore John McCain, che non usa mezzi termini davanti alla Commissione Forze Armate del Senato sull’F-35: «E’ stato sia uno scandalo che una tragedia per quanto riguarda costi, tempi e prestazioni». Uno sviluppo quello del Joint Strike Fighter F-35 che ben presto è stato inghiottito da una spirale perversa di sovraccosti e ritardi di pianificazione. E ora si parla della cifra record di 400 miliardi di dollari per 2457 aerei, quasi il doppio della prima stima. McCain, ritenendo vergognoso questo prezzo, ha osservato che il programma F-35 aveva inizialmente promesso 1.013 aerei per il 2016, ma alla fine saranno solo 179 quelli realmente consegnati. Una serie di ritardi che, secondo il senatore dell’Arizona, faranno sì che l’ultimo modello sarà consegnato solo nel 2040, quando ormai la tecnologia sarà ampiamente superata. E visto che i potenziali avversari come la Cina e la Russia stanno investendo in tecnologia e in aerei più moderni, «non è comprensibile come questa strategia possa avere un senso».

L’ufficiale esecutivo del programma F-35, Christopher Bogdan, ha riconosciuto lo sviluppo problematico dell’F-35, ma ha difeso la correttezza del progetto: «Siamo sicuri che i rischi attuali e problemi che abbiamo di fronte possono essere risolti e che saremo in grado di superare i problemi futuri e fornire capacità di combattimento completo dell’F-35». Ma Bogdan ha confermato anche gli ulteriori ritardi su alcuni modelli. Diversi comunque i commenti negativi, con McCain che a chiusura udienza ha voluto lanciare un messaggio chiaro alla leadership del programma F-35: «Quello che evince da questo dibattito è che stiamo facendo progressi, quali sono le sfide che ci attendono, ma ci sono stati alcuni miglioramenti significativi rispetto a qualche anno fa». Mentre Bogdan ha confermato: «L’F-35 è un investimento a lungo terminetra 30 anni potremmo avere una piattaforma unica che ci garantirà la nostra leadership nel mondo. L’F-35 è ancora in fase di sviluppo». Di sicuro c’è che il progetto F-35 passerà alla storia come il programma più dispendioso della storia del dipartimento della Difesa americano. E chissà in Italia cosa ne pensano i politici di questa vicenda, visto che diversi modelli sono stati acquistati dal nostro Paese con costi, anche qui, lievitati di molto rispetto a quanto stabilito all’inizio.

 

(video tratto dal canale Youtube della CNN)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->