martedì, Agosto 3

McCain e il ‘nazionalismo falso’ di Trump L'attacco del senatore repubblicano al presidente da Philadelphia, dove ha ricevuto la Medaglia alla libertà

0

Da Philadelphia, dove ha ricevuto la Medaglia alla libertà, il senatore repubblicano John McCain è tornato alla carica, attaccando Donald Trump e non solo. Non ha mai pronunciato i nomi del presidente e del suo ex consigliere Steve Bannon, ma il riferimento era chiaro: il candidato alla Casa Bianca nel 2008 ha condannato il «nazionalismo raffazzonato e falso» che ha portato l’America a rifiutare i suoi obblighi e abbandonare i suoi ideali, in un atteggiamento che «non è patriottico».

«Avere paura del mondo che abbiamo organizzato e che abbiamo guidato per tre quarti di secolo», ha aggiunto McCain, «abbandonare gli ideali che abbiamo portato avanti nel mondo, rifiutare gli obblighi internazionali di leadership per il bene di un nazionalismo raffazzonato e falso inventato da persone che preferiscono trovare capri espiatori piuttosto che risolvere problemi non è patriottico».

Non sarebbe patriottico, ha continuato McCain, neppure «l’attaccamento a dogmi del passato che gli americani hanno consegnato alla storia. Viviamo su una terra fatta da ideali, non da ‘sangue e terra’». Infine ha detto: «Siamo i custodi di questi ideali in casa e li sponsorizziamo all’estero. Abbiamo fatto un buon lavoro nel mondo. Abbiamo l’obbligo morale di continuare e ci dovremmo vergognare se non lo facciamo».

(video tratto dal canale Youtube di Business Insider)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->