martedì, Agosto 3

Mattarella rassicura i pentastellati

0
1 2


Arrivano in tarda mattinata al Colle la delegazione del Movimento cinque Stelle formata dai capi gruppo di Camera e Sento Michele dell’Orco e Nunzia Catalfo, per conferire con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. All’uscita dal lungo colloquio che ha toccato diverse tematiche i due pentastellati hanno affermato: «Per Mattarella Ala e Verdini sono maggioranza aggiuntiva ma non sostitutiva. Il capo dello Stato ci ha detto che se dovesse divenire sostitutiva interverrebbe in qualche modo» riferendosi alla questione dell’entrata o meno in maggioranza del partito formato da Denis Verdini Ala e sulla questione della lotta alla corruzione, punto cardine della campagna dei cinque stelle, hanno riferito: «Mattarella rispetta la magistratura, ovviamente. Ed ha riconosciuto benissimo che uno dei principali problemi dell’Italia è la corruzione». Lo stesso Mattarella ha commentato riferendosi alla situazione Ala così: «Voi mi dite che alla maggioranza di governo si è aggiunto un gruppo che non ne faceva parte. Il mio parametro di comportamento è la Costituzione. Se ravvisassi motivi per intervenire secondo la Costituzione, lo farei. Non li ho ravvisati»

Dalla Politica interna arriva la notizia del raggiungimento e del superamento delle 126 firme, necessarie per richiedere un referendum di tipo confermativo, da parte della maggioranza di governo alla Camera. I 237 consensi sono stati depositati presso la corte di Cassazione durante il termine della mattinata. La minoranza del Partito Democratico (Pd) non si associa alla linea principale sostenuta dalla fazione e non aderisce alla raccolta. Tra i non firmatari vi sono Pier Luigi Bersani, Roberto Speranza e Gianni Cuperlo e tale presa di posizione è stata giustificata con le parole «se lo fa la maggioranza ha il sapore di chi si fa la legge e poi vuole il plebiscito, rischio che noi vogliamo evitare».

A Roma nel frattempo prosegue la querelle ‘olimpica’ sull’ospitare o meno le competizioni mondiali nella capitale con Matteo Salvini che non sembra entusiasta:«Olimpiadi a Roma? Non credo ai grandi progetti, non hanno portato fortuna alle città che le hanno ospitate. Mi piacerebbero piuttosto le Olimpiadi della cura quotidiana, della manutenzione delle strade, dei giardinetti e di qualche casa risistemata. Non penso che il grande evento aiuti anzi penso che aiuti quelli che ‘magnano». Dello stesso avviso non è la collega di coalizione Giorgia Meloni che commenta: «Assolutamente si» ha dichiarato l’aspirante prima cittadina ai microfoni di ‘Radio Incontro Olympia‘: «Dire che Roma non può ospitarle è una cosa assolutamente scema perché porterebbero circa 170mila posti di lavoro e un aumento del Pil, nei sei anni, di circa 2,4%. Dunque è una grande opportunità» ed ha concluso: «dire che non si possono fare perché potrebbe esserci la corruzione è come dire che abbiamo già perso».

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->