venerdì, Ottobre 22

Malta: la Silicon Valley europea vicina all'Italia

0
1 2


Pur essendo il più piccolo Stato membro dell’Unione Europea, la crescita economica dell’arcipelago maltese, composto da cinque isole di cui tre abitate (Malta, Gozo e Comino), ha superato la media europea negli ultimi dieci anni, anche durante la crisi finanziaria. Il settore bancario di Malta, in particolare, si è difeso molto bene nel corso degli anni, mentre quello dei servizi finanziari ha raggiunto ottimi livelli di crescita. Nei primi mesi del 2015, il settimanale ‘The Economist’ ha previsto: «Sulle finanze pubbliche, ci aspettiamo che a Malta, il deficit fiscale entro il 2016 sia ridotto dal 2,1% all’ 1,8% e prevediamo una crescita del Pil del 2,5% sempre nel 2016».

Ma come mai questa piccola isola a soli cento chilometri a Sud della Sicilia e vicina ai mercati del Medio Oriente e del Nord Africa si sta trasformando in un importante polo imprenditoriale? Il motivo è semplice. Malta offre alle imprese straniere più di quanto non facciano i suoi vicini europei.

Nel corso di questi ultimi dieci anni, infatti, l’isola nota soltanto come meta turistica, vero e proprio Eldorado per chi volesse imparare l’inglese godendosi il mare, ha raggiunto un record impressionante d’investimenti stranieri da parte di Paesi come Regno Unito, Germania, Francia, Spagna, Stati Uniti e soprattutto Italia, in quanto è passata da un’industria basata sulla conoscenza, ad un sistema economico sano e ricco d’incentivi.

A spiegare i vantaggi che Malta offre all’imprenditore italiano che intende fare affari in questa piccola isola ubicata nel cuore del Mediterraneo, è Ivan Zammit direttore responsabile dell’ufficio di consulenza finanziaria internazionale Sheltons con sede a Malta e in Danimarca.

“Malta”, riferisce Ivan Zammit, “da sempre ponte di collegamento tra mondi e culture molto diverse come quella mediterranea, araba e anglosassone, è considerata già da alcuni anni un’oasi di stabilità finanziaria, con un basso livello di disoccupazione, con una forza lavoro ben istruita e multilingue caratterizzata da una forte etica professionale. Il mercato offre inoltre una buona disponibilità di professionisti specializzati a prezzi competitivi e tutte le principali società di revisione. Non è un caso quindi che sia colossi stranieri come Microsoft e Lufthansa, sia prestigiose aziende italiane come Costa Crociere e Gruppo Unicredit (solo per fare qualche nome), abbiano investito sul territorio maltese che registra un tasso di imposta sul reddito delle società del 35%, che può essere ridotto appena al 5% per i non residenti, mentre non esistono tasse di successione o patrimoniali. Non dimentichiamo che le banche maltesi sono solide e affidabili e il governo offre un pacchetto molto attraente di incentivi alle imprese, in particolare nel settore della ricerca e sviluppo, come l’esenzione sui redditi da proprietà intellettuale e crediti di imposta per le spese di ricerca”.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->