lunedì, Settembre 20

Mafia Capitale: i ‘pizzini’ di Buzzi contro il Pd

0
1 2


Nell’aula bunker del carcere romano di Rebibbia si è chiuso il primo atto del processo a Mafia Capitale. La seconda udienza è fissata per il 17 novembre. A fare notizia, oltre al solo momentaneo silenzio di Massimo Carminati, sono i ‘pizzini’ inviati dal carcere da Salvatore Buzzi, numero due dell’organizzazione mafiosa secondo gli inquirenti. Con una lettera indirizzata al conduttore di ‘Piazza PulitaCorrado Formigli, il ‘rosso’ allude a una lotta interna nel Pd tra renziani e bersaniani di cui ne avrebbe fatto le spese la sua cooperativa 29 Giugno legata, dice lui, «al Pd a trazione Bersani». Intanto, Francesco Storace definisce uno degli imputati ‘di lusso’ di Mafia Capitale, Luca Odevaine, un «detonatore del Governo», scarcerato perché avrebbe vuotato il sacco sugli sporchi affari legati al Cara di Mineo e al sottosegretario alfaniano Giuseppe Castiglione.

A proposito di ‘pizzini’, fa ancora rumore la sparata del senatore, appena uscito dal gruppo Dem, Corradino Mineo, che mercoledì scorso aveva inferto un colpo basso al nemico Matteo Renzi confessando di sapere «quanto possa sentirsi subalterno a una donna bella e decisa, lui sa che io so». Mineo di nomi non ne ha fatti, ma a tutti è venuto in mente quello di Maria Elena Boschi. Su di lui si è riversata, unanime, l’accusa di ‘infamità’ che lo ha costretto ad immediate scuse per i «riferimenti sessisti». La cosa giusta da fare, però, non è mantenere una squallida omertà di casta, ma rivelare agli italiani notizie, private ma politiche, che possano svelare il vero volto del premier ‘double face’. O Mineo ha paura di una eventuale vendetta?

La melliflua narrazione renziana dell’Italia ‘Paese delle meraviglie’ viene smentita per l’ennesima volta da un sondaggio dell’Istituto Ixè che fotografa l’avanzata incontenibile del M5S (balzato in una settimana dal 26,4 al 27,5% di preferenze) e il calo inarrestabile del Pd al 33,8% (-0,2%). Dura legge dei numeri che condanna anche il grigio commissario capitolino Francesco Paolo Tronca, meritevole di fiducia da parte di un solo romano su tre.

Oggi Matteo Salvini esulta alla notizia che Silvio Berlusconi parteciperà alla manifestazione organizzata dalla Lega domenica prossima a Bologna e allargata a tutto il centrodestra. Ad attendere il leader leghista e quelli che vengono definiti i «fascioleghsti» ci saranno però i Centri Sociali della città. Dopo l’aggressione subita dall’Altro Matteo alcuni mesi fa, si temono scontri e incidenti. Per questo i salviniani saranno scortati da più di 2000 agenti delle forze dell’ordine.

Filtra la notizia che papa Francesco ha espresso l’intenzione di non incontrare il premier Renzi durante la visita pastorale di martedì prossimo a Firenze. Luigi Bisignani commenta: «Bergoglio con Renzi non ha un buon rapporto. Non ha gradito alcuni atteggiamenti troppo amichevoli e informali che il premier gli aveva riservato».

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->