sabato, Giugno 25

#MadeinRome: artigianato e cultura per il confronto con la nuova Amministrazione FaròArte propone una sinergia operativa coinvolgendo i protagonisti di artigianato, cultura e turismo, perseguendo una visione d’insieme senza disperdere lo straordinario e millenario patrimonio del territorio

0

Prima e dopo il voto sono tante le istanze che si sono espresse sul tema della creatività e dell’artigianato, rivendicando attenzione ed iniziative a sostegno. È ora importante che l’Amministrazione Pubblica agisca secondo una visione ampia e d’insieme, capace di incidere apportando benefici all’interoecosistema‘, piuttosto che continuare a perseguire soluzioni parcellizzate se non corporativistiche, come purtroppo è stato fatto negli ultimi decenni. Scelte politiche che nel migliore dei casi hanno aiutato solo alcuni tra i tantissimi protagonisti della cultura e della creatività artigianale #MadeinRome. La gran parte degli attori di questo straordinario patrimonio, poco valorizzato nel suo insieme ed a reale rischio dispersione, è stata spesso penalizzata e marginalizzata dalle dinamiche sociali e del mercato.

In vista delle recenti elezioni amministrative ‘L’Indro’ ha dato evidenza alla visione ed al percorso progettuale intrapreso in questi anni da FaròArte per il #MadeinRome, teso a favorire un nuovo sviluppo economico e culturale della Città, rigenerandone l’identità attraverso il rilancio della Creatività Artigianale di cui la Capitale è depositaria. Un Patrimonio materiale e immateriale tra i più grandi e straordinari al mondo. Martedì 28 settembre è stato pubblicato l’intervento ‘#MadeinRome: un progetto per Roma: Raggi, Calenda, Gualtieri, Michetti: chi accetta la sfida?’. Giovedì 30 settembre approfondimento sul tema con l’intervista al Presidente delle Associazioni ‘Botteghe Storiche di Roma’ e ‘Roma Produttiva’, dal titolo ‘Anche con Giulio Anticoli per il #MadeinRome’, sul sito ‘#MadeinRome’, blog dei promotori del progetto. Venerdì 5 ottobre, ancora su ‘L’Indro’, intervista all’architetto Dionisio Mariano Magni, presidente di FaròArte e del Comitato promotore della Fondazione per il #MadeinRome: ‘Roma al ballottaggio. Gualtieri vs Michetti: chi accetta la sfida per il #MadeinRome?’. Lunedì 18 ottobre, ‘L’Indro’: ‘#MadeinRome: una proposta per la Città e una sfida al nuovo Sindaco‘, contenente l’agenda di lavoro che FaròArte ha sottoposto ai diversi protagonisti che si sono candidati a governare Roma per i prossimi 5 anni.

Questi i paragrafi principali:

Premessa – Definizione
Piano di fattibilità e Risorse

Step 1 – La Rappresentanza e la Governance: partecipazione diffusa e inclusione sociale per coinvolgere, motivare, aggregare e valorizzare i ‘Maestri e i Nuovi Artigiani’ – Start della Fondazione di Partecipazione per il #MadeinRome(entro i primi 100 giorni)

Step 2 – Geo-censire il tesoro diffuso e nascosto: Call delle Competenze e della Capacità

Step 3 – Definire il modello degli ‘Hub’ del ‘Sapere’ e del ‘Fare Creativo’

Step 4 – Realizzare il ‘Foro del Fare Creativo’ ed attivare i ‘Luoghi del Fare Creativo’

Step 5 – Patrimonializzare, implementare e diffondere la ‘Comunicazione del Sapere’

A questo punto, superata la fase interlocutoria necessaria all’insediamento delle diverse Commissioni ed all’assegnazione dei principali incarichi istituzionali, FaròArte e il Comitato promotore della Fondazione di Partecipazione per il #MadeinRome propongono agli Assessori alle Attività Produttive Monica
Lucarelli
, alla Cultura Miguel Gotor, al Turismo Alessandro Onorato, un incontro per definire la costituzione di un Tavolo di Lavoro congiunto sul tema del #MadeinRome. L’obiettivo è quello di dare avvio ad un percorso progettuale capace di essere trasversale ed inclusivo del più ampio e plurale scenario di riferimento e dare corpo ad un modello di governance e partecipazione innovativo e contaminante, volto a generare iniziative per favorire nuova economia della cultura del territorio.

 

 

* Vice Presidente FaròArte
Comitato promotore della Fondazione di Partecipazione per il #MadeinRome

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

Vice Presidente FaròArte Comitato promotore della Fondazione di Partecipazione per il #MadeinRome

End Comment -->