martedì, Settembre 28

M5S: l'alba del dopo Casaleggio

0
1 2


Casaleggio se ne va, con lui il Movimento Cinque Stelle perde una figura di riferimento importante e fondamentale per il mantenimento dell’equilibrio del partito. Nelle ultime ore si sono rincorse le voci su chi sarà il possibile successore dell’imprenditore alla guida dei pentastellati, ma i suoi sostenitori mantengono il riserbo e non si sbilanciano sul da farsi. «Oggi il modo migliore per ricordarlo è guardare avanti e vincere a Roma» commenta Virginia Raggi, impegnata nella corsa al Campidoglio per il M5S. E aggiunge: «Chi crede o spera che ci fermeremo si sbaglia, il M5s continuerà a correre più forte di prima, perché è quello che Gianroberto avrebbe voluto». Dai social Alessandro di Battista e Luigi Di Maio puntano lo sguardo sul partito e invitano i loro colleghi a non mollare e restare compatti nonostante il forte lutto, entrambi scelgono ancora una volta il web per comunicare i loro pensieri e su Facebook scrivono: «Non si molla di un centimetro. C’è un Paese che aspetta giustizia e legalità. Io sono a Milano ma parto subito per Siena. Perché i risparmiatori vanno salvati, il risparmio garantito e le banche non possono dettare legge. Vi aspetto questa sera a Siena. Cerchiamo di essere in tanti. Stiamo andando bene, siamo un’alternativa al governo di Trivellopoli?. A riveder le stelle!» commenta il ‘DiBa’, come lo chiamano i suoi sostenitori e gli altri pentastellati. Con Di Maio che lo sostiene e dichiara: «La settimana prossima si voterà al Senato la sfiducia al governo. Fate sentire la vostra voce. Siamo tutti in prima linea. Non si molla di un millimetro».  E tra le indiscrezioni che trapelano dal mondo politico sembrerebbe che lo stesso Casaleggio abbia consegnato ai membri più fidati nel movimento un testamento dove sarebbe contenuto il futuro della fazione dei cinque stelle. Molte le teorie avanzate dai media c’è chi ipotizza un passaggio di redini nelle mani del figlio Davide Casaleggio coautore del Blog del comico genovese Beppe Grillo, chi al contrario valuta una possibile guida del direttorio, ma ad oggi nessuna di queste voci o supposizioni è stata confermata ufficialmente. Nella serata di ieri lo stesso Grillo attraverso un diretto Napoli-Milano, si trovava nella città partenopea per uno spettacolo successivamente cancellato, ha raggiunto la camera mortuario dell’Istituto Auxologico con Roberto Fico senza rilasciare alcuna dichiarazione e chiudendosi nel silenzio stampa. 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->