venerdì, Settembre 24

Lunedì nero per le borse asiatiche? Un crollo mai registrato negli ultimi tre anni

0

Le borse asiatiche sono crollate ai livelli più bassi in tre anni. Hong Kong Hang Seng è sceso oltre il 5%, mentre la Cina indice di Shanghai ha perso tutti i suoi guadagni dall’inizio dell’anno finora.

Domenica scorsa (23 agosto) la Cina ha permesso di investimento nel mercato azionario fino al 30% del valore dei fondi pensione delle persone. La mossa, che dovrebbe contrastare il declino delle precedenti quattro giorni, non ha avuto l’effetto desiderato.

Il mercato cinese si è tuffato a – 8,5 % lunedi (24 agosto).

Investor Egli Meizhen ha espresso preoccupazione per la situazione“Come possono i mercati cadere come in questo ogni giorno? Uno, due, tre, quattro, cinque, il mercato è sceso per cinque giorni e non si è mai ripreso a crescere. Dopo aver lasciato, il mercato dovrebbe salire, ma si continua a scendere. Non abbiamo alcun interesse a investire. Quello che abbiamo guadagnato è tutto portato via dal mercato “, ha detto.

Alla chiusura del mercato di Tokyo, l’indice Nikkei Stock Average era crollata quasi il 5%. Gli analisti accusano il tuffo dei corsi azionari su preoccupazioni degli investitori sulla rallentamento dell’economia cinese.

(tratto dalla sezione video di Euronews)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->