sabato, Maggio 8

Lula alla sbarra per il caso Lava Jato

0

E’ iniziato a Curitiba, in Brasile, il processo all’ex presidente  Luiz Inacio Lula da Silva, accusato di corruzione nell’ambito dell’inchiesta denominata Lava Jato (“Autolavaggio”). Lula è solo il primo di un lungo elenco di politici brasiliani che saranno interrogati in relazione allo scandalo che ruota attorno alla maggiore azienda di Stato, Petrobras.

Mentre Lula dava vita ad un lungo faccia a faccia con il giudice Sergio Moro, migliaia di persone si sono date appuntamento in questa cittadina meridionale del Brasile, tutti con la maglietta rossa del Partito dei lavoratori, per manifestare il proprio sostegno all’ex presidente, rimarcando come Lula sia vittima di una grave errore giudiziario. Secondo i sostenitori di Lula, tutte le accuse all’ex presidente sono state create di proposito per impedirgli di ripresentarsi alle elezioni presidenziali in programma il prossimo anno.

Secondo l’accusa, Petrobras avrebbe gonfiato i contratti e appalti per le infrastrutture petrolifere così da finanziare la campagna elettorale del Partito dei lavoratori di Lula. Un affaire che ha portato all’accusa non solo l’exp residente ma decine di politici brasiliani e che ricordiamo ha anche causato le dimissioni di Dilma Rousseff.

(video tratto dal canale Youtube di Al Jazeera)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->