giovedì, Maggio 13

L'ONU nel XXI secolo: così necessaria, così fragile field_506ffbaa4a8d4

0
1 2


Tuttavia il rifiuto di accogliere l’intervento delle Nazioni Unite va al di là delle limitazioni normalmente imposte dai Paesi forti: a marzo di quest’anno il Marocco, uno degli Stati più militarizzati dell’Africa ma decisamente più indietro sotto altri aspetti, ha espulso dal proprio territorio il personale di Minurso, la Missione delle Nazioni Unite incaricata di monitorare il referendum nel Sahara Occidentale. Il motivo? Il segretario generale dell’ONU, Ban Ki-Moon, colpevole di aver definito occupazione l’attuale situazione sul territorio.

Tutto ciò paralizza le possibilità dell’ONU di garantire pace e sicurezza e riporta in primo piano la questione del comportamento non solo delle grandi potenze, ma anche degli Stati minori. Allo stesso tempo l’ONU sta incontrando serie difficoltà nella protezione dei civili nei conflitti bellici. È il caso della Siria dove, secondo l’Osservatorio Siriano per i diritti umani da marzo 2016 sono morte più 273.000 persone.

Oltre ai dissapori tra Stati Uniti, Russia e Cina, in buona parte l’inefficacia dell’ONU nella crisi siriana è dovuta alla snaturalizzazione dell’intervento multilaterale così come è stata autorizzata dal Consiglio di Sicurezza durante il conflitto in Libia, ma anche alle difficoltà estreme nel sostenere un intervento in un qualsiasi scenario interstatale a alta-media tensione come il Sud Sudan, la Repubblica Democratica del Congo, la Costa D’Avorio ecc.

Per questo motivo, al di là delle tradizionali missioni di prima generazione, ossia missioni per il mantenimento di una tregua tra le parti, le attività delle  Nazioni Unite si stanno riducendo alla gestione dell’evacuazione di civili intrappolati nelle guerre civili. D’altro canto, è pur vero che le minacce del terrorismo internazionale superano le capacità di un’ente pensato per affrontare conflitti tra Stati o all’interno degli Stati stessi, e che una diplomazia messa in atto da attori evanescenti, senza uno status giuridico né capacità di negoziazione non è certo un elemento di forza.

Al di là di queste difficoltà quasi irrisolvibili che l’ONU del XXI secolo si trova ad affrontare – difficoltà che richiedono politiche in linea con la politica internazionale, ossia che favoriscano in primis gli interessi e la sicurezza nazionale -, ci sono molte questioni da affrontare, molte delle quali interne alle Nazioni Unite stesse. Come l’esperto di politica internazionale Brett Shaefer sostiene nel suo libro ‘ConUNdrum: i limiti delle Nazioni Unite e la ricerca di un’alternativa‘, è necessario che l’ONU venga ristrutturato o la sua condizione subalterna nel contesto internazionale si confermerà ulteriormente lasciando campo aperto allo sfruttamento, da parte delle grandi potenze, della sua reputazione per accrescere il proprio potere e lavorare per i propri interessi nazionali.

Traduzione di Marta Abate

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->