sabato, Aprile 17

Londra, evacuati 800 appartamenti a rischio incendio

0

Dopo la tragedia della Greenfell tower, la palazzina londinese che ha preso fuoco nella notte del 14 giugno, le autorità britanniche hanno deciso di verificare le condizioni di altre ‘torri’ simili e a rischio. 800 appartamenti sono stati evacuati.

Georgia Gould, leader del concilio di Camden, il quartiere della Capitale colpito dall’incendio, ha affermato di «aver fatto il possibile per controllare la sicurezza dei nostri appartamenti. Mercoledì eravamo lì. L’isolamento andava bene, il rivestimento non raggiungeva gli standard che vogliamo, non era ignifugo. Alla fine di oggi ci hanno detto che non potevano garantire la sicurezza dei residenti di quegli appartamenti».

Una donna costretta ad abbandonare la palazzina si lamenta della procedura: solo alle otto e mezza di notte, dopo una giornata di controlli, agli abitanti di Campbel è stato ordinato di lasciare gli appartamenti.

«Ho dovuto prendere una decisione difficile», ribadisce la Gould, «e far spostare gli abitanti in abitazioni temporanee mentre noi facciamo i lavori per mettere in sicurezza le case. So che è difficile ma l’episodio di Grenfell cambia tutto e non penso di poter correre altri rischi con i nostri residenti. Devo mettere la loro sicurezza al primo posto».

Video tratto dal canale youtube ‘Daily Telegraph

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->