venerdì, Settembre 17

Londra, droga ai detenuti con i droni field_506ffb1d3dbe2

0

Tutti conosciamo il fenomeno del commercio illegale, anche nelle carceri. All’interno degli istituti penitenziari entrano illegalmente prodotti tra i più vari, dai cellulari alle medicine, fino alla droga. In Inghilterra e Galles i numeri di questo ‘commercio’ sono raddoppiati negli ultimi due anni. Secondo la BBC sono più di 2mila gli oggetti vietati scoperti e sequestrati, in genere farmaci e telefoni cellulari, ma anche coltelli: pensate che in questo ultimo caso nel secondo semestre del 2015 ne sono stati trovati ben 730. A spiegare questo fenomeno, che frutta migliaia di sterline, è John Attard dell’associazione inglese degli agenti di custodia: «I farmaci a volte vengono inseriti nei corpi di volatili morti e poi lanciati oltre il muro del carcere con racchette da tennis». Ma oggi si sfruttano anche i nuovi mezzi tecnologici, a partire dai droni. Ecco le immagini riprese lo scorso aprile in un carcere londinese dove per portare la droga è stato usato proprio un drone.

(video tratto dal canale Youtube della BBC)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->