sabato, Ottobre 23

L’Indro è tornato on line

0

Lo scorso 28 febbraio i giornalisti di ‘L’Indro’ al loro risveglio si sono trovati davanti a una brutta sorpresa: causa la rottura dei dischi del server, non solo il sito era off line e inagibile, ma, quel che è peggio, si era verificata una perdita dati molto ingente che ha pregiudicato l’archivio di oltre 25mila servizi giornalistici. A distanza di poco più di una settimana ‘L’Indro’ ritorna on line. Un poco ammaccati, certo, siamo stati privati di una fetta del nostro lavoro: mancano alcuni mesi di archivio (da agosto 2016 a febbraio 2017) e nell’archivio recuperato mancano alcune componenti. Per altro: l’archivio recuperato al momento non è ancora disponibile, lo sarà nei prossimi giorni. Ma grazie ai nostri stupendi tecnici, siamo riusciti ridurre al minino i danni. Poteva andare ben peggio.

I giornalisti di ‘L’Indro’ sono abituati a Resistere, resistere, resistere‘, e a rilanciare ogni volta che qualcuno prova a mettere i bastoni tra le ruote al loro sogno’. Dunque, abbiamo resistito e anche questa volta rilanciamo. Intanto, oggi siamo nuovamente on line, vi assicuro che non è poco. Il resto del nostro rilancio lo stiamo preparando, lo si vedrà nelle prossime settimane.

Se si sia trattato di una ‘banale’ fatalità tecnica o frutto di intrusioni lo vedremo, intanto noi procederemo con l’investire della questione le Autorità competenti.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->