lunedì, Settembre 27

Licio Gelli parla della 'sua P2' L'ex Maestro della Loggia 'Propaganda 2' dà il suo giudizio sull'Italia precedente al e del 2008

0

In occasione della morte di Licio Gelli proponiamo l’intervista del 2008 realizzata da Udo Gümpel, insieme al collega Philip Willan, del quotidiano britannico ‘Sunday Herald’, per ‘Pandora TV’, al ‘Venerabile’.
In questa intervista (suddivisa in 4 video), Licio Gelli sostiene: «Con la P2 avevamo l’Italia in mano. Con noi c’era l’Esercito, la Guardia di Finanza, la Polizia, tutte nettamente comandate da appartenenti alla Loggia».
Gelli descrive dettagliatamente la ‘sua P2‘ e la partecipazione di suo ‘fratello’ Silvio Berlusconi alla loggia «per quattro, cinque anni»,  partendo dalla cerimonia d’investitura dell’imprenditore milanese – allora ancora agli inizi della sua promettente carriera -, fino all’Italia del 2008 con Berlusconi allora Pluri Presidente del Consiglio.
L’ex Maestro della loggia, si dice «appagato», nel 2008, da una situazione politica che prospettava una svolta storica per il Paese a partire dal suo ‘Piano di rinascita democratica‘ in gran parte già realizzato in Italia.

 

(tratto dal canale Youtube di ‘Antimafia Duemila’)

 

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->