venerdì, Maggio 14

L'economia mondiale è al collasso? Le previsioni di Gerard Celente e di altri noti economisti mondiali si sono avverate attualmente

0
Gerald Celente del Trends Research Institute è stato ripreso attualmente per una previsione che ci sarebbe stato un crollo del mercato azionario entro la fine di questo anno solare. Se non si ha familiarità con Gerald Celente, lui è uno dei più stimati specialisti in previsioni economiche in tutto il mondo. Tale previsione era apparsa sulla CNN, The Oprah Winfrey Show, The Today Show, Good Morning America, CBS Morning News, NBC Nightly News e Coast to Coast AM. Personalmente, ho un grande rispetto per lui. Se è vero che non ogni singola persona propone le sue previsioni sul futuro che avverranno nel corso degli anni, egli ha un track record molto solido che risale a decenni passati in questo campo. Egli ha predetto correttamente il crollo del mercato azionario del 1987, lo scoppio della bolla dotcom e il panico finanziario del 2008. Soltanto un paio di giorni fa, ha detto Eric King: “Sto prevedendo che stiamo per avere un crollo globale del mercato azionario prima della fine dell’anno “. Celente diceva già  che non sarebbe stato solo stock degli Stati Uniti ma globale molti anni prima di questa previsione. Egli riteneva già  che gli arresti sarebbero arrivati anche dal DAX, il FTSE, il CAC, Shanghai, e il Nikkei. In  altre parole, che sta per esserci una crisi finanziaria veramente globale e lui diceva che ci “sarebbe stato il panico per le strade da Wall Street a Shanghai e dal Regno Unito e verso il Brasile“. Celente ha rischiato di compromettere la sua credibilità  solo poche volte in passato, e normalmente si è posta tale previsione in relazione  ad una data con possibili crolli del mercato. Ha previsto anche il ‘panico del 2008,’ e il ‘dot-com’ nel mese di ottobre del 1999, quando ha detto che (la mania delle dot-com), avrebbe fatto fallire tutto nel secondo trimestre del 2000 … Naturalmente Celente è tutt’altro che il solo economista a dire ciò ce ne sono molti altri che ci hanno avvertito rispetto ad una nuova crisi finanziaria imminente. Ad esempio, basta controllare ciò che David Stockman ha recentemente detto CNBC .
Questo video fa vedere la posizione di Celente dopo il crollo del 24 agosto scorso e le sue nuove previsioni
(tratto dal canale Youtube, con video del Financial Crisis)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->