sabato, Maggio 8

Le sanzioni UE imposte alla Russia..in breve Capire meglio un provvedimento stabilito dall'Unione Europea

0

Questo breve video spiega le sanzioni UE imposte alla Russia, il perché di tali decisioni e secondo quali criteri UE sono state stabilite. Il 15 dicembre 2015 è apparsa una notizia su l”Ansa‘ che Gim-Unimpresa  l’associazione che raccoglie gli imprenditori italiani a Mosca – ha rivolto un appello al Presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk e all’Alto Rappresentante per la Politica Estera e la Sicurezza (PESC), Federica Mogherini, per sottolineare che è necessario, appena finita tale emergenza, mettere fine all’attuale regime delle sanzioni contro la Federazione Russa. Tali sanzioni provocano,secondo tale associazione, un danno economico pari a circa 100 miliardi di euro (i prodotti russi costituiscono l’8% dell’export e 13% dell’import europeo) e significativa perdita di fiducia da parte russa nei confronti dei Paesi esteri che le hanno sottoscritte e in generale nelle istituzioni europee. Si rischierebbe la perdita della fiducia nell’UE con il rischio di un ulteriore allentamento dei rapporti sviluppati con la Russia negli ultimi vent’anni, inaspritosi già con la questione ucraina.

(tratto dalla sezione ‘Youtube‘ di ‘European External Action Service’, ‘EEAS’) 

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->