martedì, Maggio 11

Le donne trovano davvero più attraenti gli uomini con la barba? Al crescere della barba, l’uomo viene percepito dall’universo femminile come qualcuno su cui investire nel lungo periodo

0

Da circa dieci anni a questa parte, la barba è passata dall’essere una scelta personale un po’ demodé – magari utile a nascondere un po’ di doppio mento – a caratteristica quasi di culto, vera e propria moda che ha creato intorno a sé un intero mercato fatto di prodotti, ma anche di saloni di bellezza specifici. Insomma, da prerogativa di certi professionisti magari un po’ attempati, a simbolo distintivo dei giovani alla moda. E non più barbetta incolta, quel viso ‘non mi rado da due giorni’ che faceva un po’ trasandato bello e dannato, ma una barba con la ‘b’ maiuscola, lunga, folta e curata.

Sappiamo quindi con assoluta certezza che la barba oggi piace agli uomini. Ma la vera domanda è: piace anche alle donne? Molte dicono di sì, ma sarà poi vero che le donne trovano più attraenti gli uomini con la barba? Abbiamo fatto qualche ricerca, e a quanto pare, è proprio così. Apparentemente, l’universo femminile ha una percezione della barba come segno non solo di maggiore attrattività, ma anche di maggior potere e di una mascolinità più accentuata. E più nello specifico, mentre la barbetta incolta – sempre quella dei due giorni – resta un caposaldo dell’uomo sexy e trasmette un senso di potere, una barba più lunga, decisa, folta e curata fa apparire gli uomini più attraenti perché più ‘socialmente maturi’, quelli che le nostre mamme chiamavano ‘sistemati’ (e, quindi, pronti a una relazione a lungo termine).

Ebbene si, parrebbe che la ragione della maggiore attrattività della barba agli occhi delle donne stia proprio in questo. Gli uomini con una barba folta sembrerebbero esemplari maschili pronti a mettere su famiglia, e trasmettono la sensazione di persone in grado di prendersi cura di sé stesse, e che avrebbero buone capacità genitoriali. Insomma, al crescere della barba, l’uomo viene percepito come qualcuno su cui investire nel lungo periodo. Viceversa, gli uomini con un accenno di barba sono maggiormente percepiti come adatto per una relazione a breve termine. Qualcosa da ricordare prima di uscire il prossimo venerdì sera, per impostare il regolabarba alla lunghezza – e alla durata della relazione – desiderate.

Se siete interessati a una relazione a lungo termine, o anche se ne avete già una e volete mantenere alti gli standard della coppia, cari uomini, il consiglio è sicuramente quello di farvi crescere la barba. Esiste un certo numero di donne che in realtà non ne subisce il fascino, ma si tratta di una percentuale esigua rispetto alla maggioranza della popolazione femminile. Cosa fare? Ovviamente smettere di radersi e basta non è la soluzione perché, per scatenare questa attrattiva, la barba va curata.

Potete recarvi in un primo momento da un barbiere professionista che vi dia una prima definizione, e poi procedere a spuntarla in autonomia. Ricordate anche di utilizzare i prodotti giusti, specie per coloro che hanno difficoltà a far crescere i peli sul viso. Ottime recensioni ha ottenuto un prodotto lanciato di recente sul mercato, Barba Plus, la cui funzione principale si concentra proprio sull’infoltimento dei peli, oltre che sul loro benessere generale, facendoli crescere non solo più folti, ma anche più lunghi e più forti. Insomma, con i giusti prodotti, ogni uomo può lavorare efficacemente sul proprio aspetto e attirare molti più sguardi femminili. E allora, che aspettate?

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->