sabato, Luglio 31

Le città sono la chiave per salvare il clima! Michael Bloomberg e Robert Redford parlano delle loro soluzioni per salvare il clima

0

L’ex sindaco di New York, Michael Bloomberg, e l’attore, Robert Redford, parlano delle città e dei cambiamenti climatici alla Conferenza COP21 di Parigi. Le città rappresentano milioni di persone che vivono la Terra e producono il 70% dell’inquinamento globale. Robert Redford, anche attivista per il clima, propone la sua alternativa globale partendo dalla soluzione locale americana della riduzione dei consumi personali nelle case e con energie rinnovabili e pulite, oltre a quelle non nocive delle aziende che servono i consumatori.

Bloomberg afferma che nelle città si deve risparmiare denaro e produzione di energia, punto di partenza anche per Redford. Per Redford le città hanno favorito e sponsorizzato l’inquinamento per anni e lo stesso afferma Bloomberg che trova che lo spreco e i rifiuti di cibo siano oggi diventati un problema serio. Redford ha aggiunto che bisognerebbe tenere bassi i livelli di riscaldamento e consumo nelle nostre case per non inquinare e sprecare risorse anche in questo senso. Alla domanda della giornalista ‘CNN‘ su quali norme e azioni andrebbero attuate per la riduzione di emissioni nocive nel clima e che opportunità in tal senso verranno fuori a New York Bloomberg afferma che la città americana ha fatto molto e dovrà fare ancora in futuro per ridurre l’azoto e l’anidride carbonica delle fabbriche e delle abitazioni, ma ha già creato un indotto di persone che utilizzano risorse alternative e questo ha favorito maggiore rispetto e attenzione per l’ambiente. La città di New York ha acquisito nuovo e migliore senso civico e nei confronti dell’ambiente.

(tratto dal canale ‘Youtube’ di ‘CNN’)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->