domenica, Maggio 9

L'azienda americana Chobani dona azioni ai dipendenti Il fondatore dell'azienda ha annunciato che i dipendenti riceveranno il 10% delle azioni

0

Il personale dell’azienda americana Chobani, produttrice di yogurt greco, riceverà una quota del 10% dall’azienda. Lo ha annunciato il fondatore della società, Hamdi Ulukaya. Una mossa insolita per un’azienda alimentare, quella di distribuire, tra 2.000 dipendenti in tutto il mondo, quote che potrebbero valere milioni di dollari. La distribuzione dipenderà da quanto tempo un dipendente lavora presso l’azienda.
Il personale saprà esattamente quanto le loro azioni varranno, soltanto se e quando la società venderà le azioni sul mercato.
Hamdi Ulukaya, che ha fondato l’azienda nel 2005, ci tiene a precisare che questo gesto non è un dono:
«Questo non è un dono. È la promessa reciproca di lavorare insieme con uno scopo comune e con responsabilità, per continuare a creare qualcosa di speciale e duraturo».

 

(Video tratto dal canale Youtube: Wochit Business)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->