mercoledì, Giugno 16

L'addio a Renato Bialetti, il re della moka

0

Si è spento ieri all’età di 93 anni ad Ascona, in Svizzera, Renato Bialetti, figlio di Alfonso Bialetti, che nel 1933 inventò la famosa moka. Dopo un decennio in cui le vendite erano sui mille pezzi all’anno, Renato Bialetti, sopravvissuto ai lager nazisti, negli anni Cinquanta prese in mano l’azienda e decise di dare una svolta: innanzitutto maggiore pubblicità, sia a livello nazionale che internazionale, fino ad arrivare in tv nel famoso Carosello, dove apparve per la prima volta l’omino con i baffi, disegnato dal fumettista Paul Campani, il quale si ispirò proprio a Renato Bialetti. Ma non è tutto, perché riformò anche il modo di produrre le caffettiere, con 18 mila pezzi al giorno che uscivano dalla fabbrica e un prodotto pari a quasi 4 milioni. Nel 1986 la vendita da parte di Renato Bialetti dell’azienda che oggi, dopo diversi passaggi, ha cambiato nome in Bialetti Industrie.

(video tratto dal canale Youtube di vcoazzurra TV)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->