martedì, Ottobre 26

La Turchia inaugura un centro di addestramento in Somalia Si trova a sud di Mogadiscio ed è stato completato dopo due anni di lavori

0

La Turchia ha aperto ieri nella capitale della Somalia, Mogadiscio, il suo più grande centro di addestramento militare all’estero. Per la speciale inaugurazione c’era il capo di Stato maggiore di Ankara, Hulusi Akar, e il primo ministro somalo Hassan Ali Khaire.

Il nuovo centro di addestramento in Somalia è situato a sud di Mogadiscio ed è stato completato dopo due anni di lavori. L’area interessata dalla nuova struttura occupa 4 chilometri quadrati e potrà ospitare fino a 1500 soldati in addestramento. In particolare il centro è destinato alla formazione delle forze somale impegnate contro i jihadisti di Al Shabaab.

«Il mio governo e il nostro popolo della Somalia non dimenticheranno mai l’enorme aiuto dei nostri fratelli turchi. Questo centro ci aiuterà ad addestrare più militari», ha dichiarato il premier somalo Khaire, «Questa accademia è diversa perché i turchi non solo addestreranno le truppe, ma le doteranno delle loro attrezzature militari in modo che non saranno lasciate sole una volta terminata la formazione». Mentre il capo di Stato maggiore turco ha affermato che la Turchia  intende continuare a sostenere «i fratelli somali fino a quando il loro Paese diventerà più forte dal punto di vista militare».

(video tratto dal canale Youtube di Al Jazeera)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->