giovedì, Maggio 13

La Spagna è in attesa delle elezioni

0
1 2


Il Governo ha sottolineato che l’incertezza politica potrebbe frenare la ripresa economica. Funcas, Merrill Lynch e BBVA sembrano essere d’accordo. Sino a che punto la situazione politica potrebbe limitare la crescita economica spagnola?

 Diverse società, alla luce dell’attuale situazione d’incertezza, prevedono per il 2015 uno o due decimi di ribasso. Il fermento in Catalogna e un Governo d’alleanza PSOE + Podemos (questo sarebbe il peggior scenario per la stabilità economica) potrebbero causare un rallentamento della crescita del PIL pari all’1-1,5%.

Quali importanti riforme sono state tralasciate nel corso di questa legislatura?

Innanzitutto è necessario portare a termine la riforma del lavoro in ogni suo aspetto, in quanto ancora non è stata conclusa del tutto; successivamente promuovere una maggiore liberalizzazione dei settori economici, rafforzare il ruolo degli enti supervisori e intraprendere una riforma più incisiva nell’ambito della Previdenza Sociale.

I dati del PIL e della disoccupazione sono positivi ma, dal punto di vista strutturale, non sembra ci siano stati grossi cambiamenti. Le misure e le riforme contro la crisi già avviate per risolvere alla radice i problemi dell’economia spagnola si sono rivelate utili?

Sì, senza alcun dubbio. Tuttavia, poiché tutte le riforme sono state lasciate a metà, in realtà il loro effetto è minore rispetto a quello che potrebbero avere se fossero state portate a termine.

Quindi, il Partito Popolare è riuscito a trarre vantaggio dalla maggioranza assoluta?

No, è stato troppo ‘accomodante’, e non è riuscito a risolvere alcune importanti questioni come, per esempio, quella della Catalogna.

I dati macro-economici continuano a riflettere la forte dipendenza dai finanziamenti esteri. Fino a che punto è vero tutto questo?

Totalmente vero. La Spagna continua a dipendere enormemente dai finanziamenti esteri. C’è sicuramente un problema con lo squilibrio esterno, anche se il ribasso del costo del petrolio grezzo e del gas che si sta verificando negli ultimi mesi può far in modo che questa dipendenza si ridimensioni.

All’economia non piace l’incertezza. Quale risultato elettorale potrebbe rivelarsi maggiormente negativo per l’economia spagnola?

Sicuramente un’alleanza tra PSOE e il partito Podemos.

Un’altra fonte di incertezza è rappresentata, ancora una volta, dalla Catalogna. Quale sarebbe il peggior scenario possibile per l’economia spagnola all’indomani delle elezioni catalane?

Il peggior scenario sarebbe, senza alcun dubbio, un risultato nel quale si rifletta un forte appoggio ai partiti secessionisti, con mobilitazioni in piazza e una dichiarazione di indipendenza unilaterale.

La caduta del prezzo del petrolio, più che le tante misure del Governo, potrebbe essere d’aiuto all’economia spagnola?

In Spagna (e in tutta Europa) si intravede non solo una crescita del reddito disponibile delle famiglie ma anche un forte miglioramento della bilancia dei pagamenti.

Traduzione di Simona Melis

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->