lunedì, Settembre 20

La rivincita dei nativi americani: investire nella canapa affittando terreni a New York Rassegna stampa canapa e cannabis nelle testate estere dal 28 al 30 Dicembre

0

La rivincita dei nativi americani sotto il segno della coltivazione della canapa. Fino a raggiungere il sancta sanctorum dell’economia americana: New York. La tribù Saint Regis Mohawk di New York ha accettato di affittare circa due acri di terra tribale alla MMJ BioPharma Cultivation Inc. per coltivare cannabis che sarà venduta ai ricercatori. La Saint Regis Mohawk Tribe, una tribù nello Stato di New York vicino al confine canadese, ha stretto una partnership con MMJ BioPharmaCultivation Inc. per coltivare cannabis che sarà venduta ai ricercatori, riferisce NNY360. In base all’accordo di sviluppo congiunto, l’azienda affitterà e svilupperà circa due acri di terra tribale. La FTC e la FDA hanno lanciato l’’Operazione CBDeceit’, inviando multe e lettere di avvertimento alle società CBD che presumibilmente hanno fatto affermazioni sulla salute false o fuorvianti sui loro prodotti. La Federal Trade Commission e la Food and Drug Administration stanno reprimendo le aziende di CBD che fanno affermazioni sulla salute false o fuorvianti sui loro prodotti in un’azione che chiamano Operazione CBDeceit.

 

Stati Uniti

Tribù di Nativi affitta terreni a coltivatori di cannabis a New York

La tribù Saint Regis Mohawk di New York ha accettato di affittare circa due acri di terra tribale alla MMJ BioPharma CultivationInc. per coltivare cannabis che sarà venduta ai ricercatori.

La Saint Regis Mohawk Tribe, una tribù nello Stato di New York vicino al confine canadese, ha stretto una partnership con MMJ BioPharma Cultivation Inc. per coltivare cannabis che sarà venduta ai ricercatori, riferisce NNY360. In base all’accordo di sviluppo congiunto, l’azienda affitterà e svilupperà circa due acri di terra tribale.

MMJ BioPharma ha richiesto un permesso alla Drug Enforcement Agency per importare piante dal Canada e dalla Giamaica. La struttura coperta di 5.000 piedi quadrati sarebbe in grado di produrre 40 tonnellate di cannabis all’anno.

Il CEO di MMJ BioPharna Duane Boise ha dichiarato a NNY360che la società ha già un accordo in essere con MMJ International Holdings per la fornitura di estratti per la produzione farmaceutica della sua capsula di gel per gli studi clinici della Food and Drug Administration incentrati sulla sclerosi multipla e la malattia di Huntington.

La DEA deve ancora ispezionare e approvare il sito, che i membri del consiglio di amministrazione di Tewáthahón: ni Corporationhanno affermato «potrebbero richiedere molti mesi».

«Il progetto con MMJ è in linea con le nostre priorità Tribal, in particolare per quanto riguarda l’assistenza sanitaria, il trattamento delle malattie croniche e la diversificazione del nostro portafoglio di investimenti. … Un vantaggio collaterale estremamente prezioso sarà la creazione di posti di lavoro e le aziende tribali che saranno coinvolte nella costruzione», ha affermato il Board of Managers Tewáthahón: ni Corporation a NNY360.

L’accordo, della durata di 25 anni, non richiede alcun investimento finanziario da parte della Tribù, ma riceverà pagamenti per l’affitto e «una percentuale delle entrate generate dalla coltivazione e dalla vendita di farmaci», ha detto la Tribù.

Funzionari tribali hanno affermato che il progetto è possibile grazie alle modifiche alle regole recentemente approvate dalla DEA che ampliano il programma di licenze per la coltivazione di cannabis dell’agenzia per scopi di ricerca. La regola, che è stata finalizzata all’inizio di questo mese, apre specificamente le licenze per la coltivazione di cannabis per scopi di ricerca e medici.

 

Stati Uniti

FDA e FTC iniziano il giro di vite sulle campagne pubblicitarie di marketing del CBD

La FTC e la FDA hanno lanciato ‘Operazione CBDeceit’, inviando multe e lettere di avvertimento alle società CBD che presumibilmente hanno fatto affermazioni sulla salute false o fuorvianti sui loro prodotti.

La Federal Trade Commission e la Food and Drug Administrationstanno reprimendo le aziende di CBD che fanno affermazioni sulla salute false o fuorvianti sui loro prodotti in un’azione che chiamano Operazione CBDeceit.

La FTC ha annunciato la repressione il 17 dicembre dicendo che l’agenzia aveva raggiunto un accordo con sei società che vendono prodotti CBD. In base ai termini degli accordi, le aziende devono smettere di fare dichiarazioni sulla salute non supportate sui prodotti e alcune pagheranno giudizi monetari alla FTC. Il 22 dicembre, la FDA ha emesso cinque lettere di avvertimento alle aziende che vendono prodotti CBD in merito alle indicazioni sulla salute delle aziende in merito al cannabinoide.

La multa più grande, $ 85.000, emessa dalla FTC in base alla repressione è stata a Reef Industries, Cannatera e AndHemp con sede in California per le affermazioni sui siti Web delle società e sugli account Twitter che è stato scientificamente provato che il CBD previene, cura, mitiga o tratta malattie e gravi condizioni di salute, tra cui il morbo di Alzheimer, l’artrite, le malattie autoimmuni e la sindrome dell’intestino irritabile.

La FTC ha multato Steve’s Distributing (alias Steve’s Goods) $ 75.000 per aver fatto dichiarazioni sulla salute sia per il CBD che per il CBG, incluso il fatto che i cannabinoidi hanno proprietà antibatteriche, prevengono o riducono il rischio di infarti, ictus e altre malattie.

Due società con sede nello Utah – Bionatrol Health e Isle Revive – sono state prese di mira dalla FTC affermando che il CBD «è sicuro per tutti gli utenti», funziona meglio dei farmaci a base di oppioidi, tratta il declino cognitivo e il dolore legati all’età e che alcuni clienti chi ha ordinato una bottiglia è stato addebitato e ha inviato cinque bottiglie. Agli intervistati è stato ordinato di pagare $ 20.000 all’agenzia e informare i clienti dell’ordine dell’agenzia, ha detto la FTC.

Un’altra azienda dello Utah, Epichouse, che operava con diversi nomi, tra cui First Class Herbalist CBD, è stata presa di mira dalla FTC per affermare che il CBD potrebbe prevenire una vasta gamma di condizioni gravi, tra cui cancro, diabete e malattie cardiache, tra le altre affermazioni. Epichouse deve pagare $ 30.000 in base all’accordo.

La FTC ha anche preso di mira CBD Meds e G2 Hemp con sede in California per le indicazioni sulla salute fatte negli annunci sui siti web di entrambe le società e nelle campagne pubblicitarie di YouTube. Alla società non è stata inflitta una multa, ma devono notificare ai clienti l’ordine FTC.

La denuncia della FTC contro EasyButter, o HempmeCBD, afferma che l’azienda ha affermato che il CBD potrebbe trattare o curare disturbi come sintomi correlati al cancro, abuso di sostanze e AIDS. La società è stata condannata a pagare $ 36.254 e ad informare i clienti dell’ordine.

Le lettere della FDA – a Bee Delightful, G&L Wellness, New LeafPharmaceuticals, Next L3vel Services Group (d / b / a This Stuffis Good for You) e Wellness Biosciences – non impongono multe ma piuttosto indirizzano le aziende ad affrontare le violazioni delineato nella lettera.

 

Stati Uniti

Il Research Act passa al Senato

Il Senato degli Stati Uniti ha approvato il Cannabidiol and Marijuana Research Expansion Act. L’Atto consentirebbe al Procuratore Generale degli Stati Uniti di aumentare il numero di entità con licenza federale autorizzate a coltivare cannabis per scopi di ricerca approvati dalla FDA. Attualmente, solo l’Università del Mississippi è autorizzata a coltivare cannabis da utilizzare negli studi clinici della FDA. La Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti il ​​9 dicembre ha approvato un disegno di legge simile, il Medical Marijuana Research Act, che propone di consentire agli scienziati autorizzati di accedere alla cannabis dai programmi di cannabis approvati dallo stato per le sperimentazioni cliniche.

 

Portogallo

Avviata una ricerca sulla canapa

L’associazione nazionale Canna Casa ha avviato un’indagine sulla produzione di canapa in Portogallo. L’obiettivo è cercare di comprendere il potenziale di mercato della materia prima di canapa e catalogare le aree di coltivazione, verificare quali prodotti vengono realizzati e valutare quali settori possono trarre vantaggio dalla produzione di canapa, ha affermato Miguel Negrão, Presidente del Gruppo.

 

Uruguay

L’Uruguay approva una linea di prodotti CBD per animali

Il Ministero dell’Agricoltura e dell’Alimentazione animale dell’Uruguay ha approvato ‘anbidiol’, una linea di prodotti per la salute degli animali al CBD della Creso Pharma Limitedaustraliana e partner commerciale Adler Laboratories. Creso afferma che il prodotto è il primo mangime complementare approvato a base di canapa CBD per animali domestici in America Latina. Creso ha dichiarato di aver ricevuto il suo primo ordine di acquisto di anibidiolo, che sarà eseguito da Adler, tramite il suo rappresentante Medara a Buenos Aires, in Argentina.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->