domenica, Ottobre 17

La 'prima volta' di Boris Johnson

0

Il debutto di Boris Johnson come neo Ministro degli Esteri avviene a Bruxelles con la riunione dei delegati degli esteri delle 27 Nazioni appartenenti all’UE. Il ‘Mr. Brexit’ per eccellenza è stato ricevuto dall’Alto rappresentante della politica estera, Federica Mogherini, e al termine del meeting ha rassicurato l’opinione pubblica inglese ed europea «Dobbiamo rispettare la volontà del popolo e lasciare l’Unione europea ma questo in ogni caso non significa che stiamo lasciando l’Europa e non abbandoneremo comunque il nostro ruolo dirigente nella cooperazione europea». Cordiale anche la posizione di Jean-Marc Ayrault, Ministro degli Esteri francese, antagonista di Johnson durante la campagna Brexit, che afferma «Parlerò sempre con Boris Johnson in modo sincero a franco. Credo che sia così che si debba procedere. Per quanto riguarda la Francia, lo scopo è di evitare che l’Europa rispetto alle relazioni con Londra entri in una situazione di incertezza. Prima cominceranno i negoziati e meglio sarà». Un’incontro dominato dalla questione dell’uscita della Gran Bretagna dall’UE che ha reso protagonista lo stesso Johnson, ma segnata dai tragici fatti accaduti a Nizza.

 

(fonte video tratta da canale YouTube ‘Euronews‘)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->