mercoledì, Giugno 16

La Giunta ricevuta dal Sovrano field_506ffb1d3dbe2

0

thailandia-interna-nuova

Bangkok – Il Generale Prayuth Chan-ocha nella giornata del 24 luglio ha affermato che avrebbe avuto un incontro con Sua Maestà il Re nella serata in pari data per ricevere l’approvazione reale per la Costituzione Provvisoria prima della sua applicazione. Il Generale Prayuth-ocha, il quale è anche Capo del Consiglio Nazionale per l’Ordine e la Pace NCPO ha fatto l’annuncio proprio durante l’incontro mattutino del Consiglio Nazionale nella mattinata di ieri. L’incontro è stato fissato per le cinque del pomeriggio al Klai Kangwon Palace nella Provincia di Prachuap Khiri Khan.

La Costituzione ad interim conterrà tutti i regolamenti che daranno le linee-guida per il governo del Paese in attesa delle elezioni generali. I militari hanno preso il potere il 22 Maggio scorso per riportare ordine nella Nazione dopo mesi di disordini e rivolte in strada, oltre a proteste violente e persino decessi o ferimenti nella popolazione civile, nel tentativo reiterato di rovesciare l’ex Premier Yingluck Shinawatra dal suo ruolo di Primo Ministro. Gli stessi militari hanno recentemente chiarito di stimare che le elezioni generali si possano tenere il prossimo anno. L’approvazione da parte del Sovrano concede ai militari la libertà di intraprendere qualsiasi azione utile al fine di proteggere il Paese nell’ambito della sicurezza, dell’economia, della pace e la Monarchia da azioni che possano provenire dall’interno della Nazione o dall’esterno.

L’Art. 44 della Costituzione Temporanea stipula che tutti i livelli di comando della Giunta, con l’appoggio del Consiglio Nazionale per la Pace e l’Ordine, hanno voce in termini risolutivi su tutte le materie accennate. La Costituzione Temporanea del 2014, si basa su 48 Articoli e stabilisce anche che il Consiglio Nazionale per la Pace e l’Ordine continuerà  svolgere la sua operatività così come nella fase corrente. Inoltre, il Capo della Giunta o il Primo Ministro possono convocare un incontro con il Consiglio Nazionale per la Pace e l’Ordine per discutere i temi correlati con la sicurezza nazionale. L’Articolo 48 della Costituzione Provvisoria concede al Consiglio Nazionale per la Pace e l’Ordine piena amnistia per il colpo di stato.

La Costituzione Provvisoria stabilisce anche che i 220 Membri dell’Assemblea Nazionale Legislativa possono essere selezionati dal Consiglio Nazionale Pace e Ordine e ufficializzati dal Re.  Il Governo comprenderà un Primo Ministro ed un Gabinetto di Governo composto da 35 Membri che saranno nominato dall’Assemblea Nazionale Legislativa e poi approvati dal Sovrano.

I 250 Membri del Consiglio Nazionale per le Riforme saranno nominati dal Consiglio Nazionale Pace e Ordine e successivamente ufficializzati dal Re. I Membri saranno rappresentativi delle Provincie e di differenti gruppi civici.

La Commissione incaricata di redigere la Costituzione consterà di 36 Membri selezionati dal capo del Consiglio nazionale per le Riforme mentre il Capo della Commissione incaricata di redigere la Costituzione sarà nominato dal Consiglio nazionale Pace e Ordine. Il resto della Commissione consterà di 20 Membri nominati dal Consiglio nazionale per le Riforme, cinque dalla Assemblea Nazionale Legislativa, cinque dal Gabinetto e cinque dal Consiglio nazionale Pace e Ordine.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->