La fabbrica della pace in Africa

L’Africa ha vissuto decine di conflitti su una varietà di questioni negli ultimi due decenni. Rispondere a questi conflitti richiede un’azione concertata per gestire le crisi. Ma è anche necessario ricostruire le comunità, le società e gli Stati distrutti dal conflitto, affrontando l’impatto economico e sociale a lungo termine del conflitto.

Per raggiungere l’obiettivo della pace c’è bisogno del coinvolgimento di istituzioni e gruppi raramente considerati nelle attività ufficiali di gestione dei conflitti. Questi gruppi e organizzazioni hanno un ruolo importante da svolgere nella costruzione di un senso di identità, di equità, di norme condivise e di coesione tra Stato e società.

Il libro ‘The Fabric of Peace in Africa. Looking beyond the State‘ di Pamela AallChester A. Crocker riunisce esperti leader di Africa, Europa e Nord America per esaminare queste istituzioni e gruppi sociali e considerare come possano migliorare la risoluzione pacifica dei conflitti o impedirli. In particolare si cerca di rispondere a queste domande: Che cosa costituisce la coesione sociale e la resilienza di fronte ai conflitti? Quali sono le minacce alla coesione e alla resilienza? E come possono essere promossi gli elementi positivi e da chi?

(video tratto dal canale Youtube del Centre for International Governance Innovation)