mercoledì, Dicembre 1

La Corea del Sud e il suo esercito: istruzioni per l’uso Le forze armate della ROK e la loro evoluzione in campo militare

0
1 2


L’attuale amministrazione ha avviato un programma di autodifesa, consentendo alla Corea del Sud di contrastare completamente un attacco nordcoreano, senza l’aiuto delle Nazioni Unite, entro i prossimi due decenni.

In precedenza, l’Esercito della ROK era stato organizzato in tre gruppi militari: la Prima Armata (FROKA), la Seconda Armata (SROKA) e la Terza Armata (TROKA), ognuno con i propri quartier generali, corpi e divisioni.

La Prima Armata si occupava della sezione orientale del DMZ (zona demilitarizzata); la SROKA formava la retroguardia; mentre la Terza Armata aveva la responsabilità della difesa del capitale e della sezione occidentale del DMZ.

Secondo un piano di ristrutturazione, la prima e la terza armata sono state incorporate nel Comando Territoriale di nuova costituzione (GOC); mentre la seconda armata è stata convertita nel Comando Operazioni della retroguardia (ROC).

L’Esercito è costituito dal quartier generale, dal Comando dell’Aviazione e dal Comando Speciale della Guerra. Possiede, inoltre, undici corpi, quaranta nove divisioni, diciannove brigate, circa 560.000 truppe, 5.350 carri armati, circa 11.337 artiglierie, 7.032 missili per la difesa e 13.000 sistemi a sostegno della fanteria.

Ed ancora, l’equipaggiamento dell’esercito ROK include i vecchi M47, M48 e il più recente K1 e K1A1 fabbricati in Corea. Oltre ad avere veicoli propri, l’esercito ROK possiede anche diversi carri armati russi, acquistati per apprendere la tecnologia.

La Marina Militare (ROKN), invece, è responsabile della conduzione delle operazioni navali, delle operazioni di atterraggio anfibi e svolge operazioni di mantenimento della pace dall’inizio del secolo. L’Aeronautica (ROKAF) vanta una moderna forza aerea che ospita circa 406 aeroplani di combattimento con un design americano, rispetto all’esercito nordcoreano che ha circa 150-300 aerei in più, ma soprattutto obsoleti e alcuni antichi di origine sovietica e cinese.

Nell’esercito della Corea del Sud, i gradi dei militari rientrano in quattro categorie: ufficiale, maresciallo, sottufficiale e arruolato, in ordine decrescente di autorità.

Traduzione di Stefania Massari

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->