domenica, Settembre 26

La Cina che avvicina India e Giappone

0
1 2 3


New Dehli – Dato il legame e il rispetto reciproco tra il Primo Ministro Narendra Modi e il Premier giapponese Shinzo Abe, la ripresa delle relazioni indo-giapponesi nel corso degli ultimi 15 anni ha avuto più slancio. Il Giappone è stato il primo grande Paese visitato da Modi dopo che è diventato primo Ministro nel maggio 2014. La settimana scorsa (11-13 dicembre), Modi ha ospitato Abe a Nuova Delhi. Durante la visita di Abe sono stati firmati sette patti di alto profilo in settori chiave, cooperazione economica, nucleare e difesa. Ora l’India può ottenere strumenti nucleari da Paesi terzi come gli Stati Uniti le cui società sono parzialmente o totalmente proprietarie nucleari giapponesi; in precedenza non è stato possibile in quanto le leggi di non proliferazione del Giappone hanno precluso qualsiasi attività atomica con Paesi non firmatari del Trattato di non proliferazione nucleare (TNP). La visita ha anche facilitato le interazioni nel settore della difesa, tra cui la progettazione congiunta e lo sviluppo dei sistemi d’armi.

Tuttavia, l’accordo più discusso durante la visita di Abe è stato il prestito giapponese da 12 miliardi di dollari con un interesse dello 0,1%, da rimborsare in 50 anni, per la costruzione della prima rete indiana di treni ad alta velocità di 500 km, che collega Mumbai, capitale finanziaria del Paese e Ahmedabad, città natale di Modi. L’aspetto significativo di questo accordo è stato che il Giappone ha superato in astuzia la Cina, che è stata anche un serio contendente per lo sviluppo di questo sistema ferroviario ad alta velocità. È stata una soddisfazione per Abe, in considerazione del fatto che solo tre mesi fa il Giappone aveva perso contro la Cina nel tentativo simile di costruire una rete di treni ad alta velocità in Indonesia.

Se si tratta solo di meriti commerciali in favore del Giappone per l’ottenimento dell’accordo ferroviario in India, o se ci sono di mezzo gli imperativi geopolitici, è una domanda che non troverà una risposta facile. Negli ultimi tempi, ogni discorso sulle relazioni India-Giappone risulta incompleto, se non si menziona il fattore Cina. Una scuola di pensiero dominante sulla geopolitica è del parere che nella regione dell’Asia Pacifico (Indo – Pacifico), che sta per determinare il contorno delle politica globale nel XXI secolo, quattro Paesi devono svolgere un ruolo fondamentale, Stati Uniti, Cina, Giappone e India. Di questi, gli Stati Uniti sono un ‘egemone in declino’; Il Giappone è un ‘alleato in declino’ (nel bel mezzo di una recessione economica); la Cina è la potenza in ascesa come  ‘sfidante’; e l’India è un po’ uno ‘Stato in bilico’ che può fungere da bilanciatore efficace contro quella che molti percepiscono come l’ascesa ‘minacciosa’ della Cina.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->