giovedì, Agosto 5

La carne alternativa a base di canapa e le prospettive dei nuovi alimenti Rassegna stampa canapa e cannabis nelle testate estere dal 7 all’11 Dicembre

0

Hamburger a base di canapa? Non si tratta solo di dare una risposta alle esigenze di una fetta di mercato specifica, intolleranti o vegetariani ma di sondare le protettive attuali e future dell’uso delle fibre di canapa a fini di alimentazione umana, poco impattante sull’Ambiente e di grande visione circa la lucrosità ottenibile nel futuro recente, forme di investimento importanti e redditizie, dunque. La carne alternativa è la nuova frontiera dei cosiddetti nuovi alimenti. La Camera Bassa del Congresso brasiliano dovrebbe adottare un disegno di legge che legalizzerebbe presto la marijuana medica e la coltivazione della canapa industriale, con l’approvazione prevista entro la fine dell’anno. La Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha votato per depenalizzare la cannabis venerdì scorso con l’approvazione del MORE Act con un voto 228-164. La proposta di legge, che cancellerebbe le condanne federali non violente per marijuana, ha poche possibilità di approvazione al Senato degli Stati Uniti. Le Leggi che regolamentano la canapa nello Stato americano del Sud Dakota sono state approvate, aprendo la strada agli agricoltori per piantare il raccolto il prossimo anno. Studi recenti dimostrano che l’agopuntura manipola anche il sistema endocannabinoide, aumentando i recettori CB2 dei cannabinoidi endogeni per sovraregolare gli oppioidi nel tessuto cutaneo infiammato. Uno studio del 2009 ha mostrato che il tessuto cutaneo infiammato trattato per alleviare il dolore con l’elettroagopuntura ha avuto un aumento statisticamente rilevante dell’anandamide, un neurotrasmettitore prodotto nel corpo umano che si lega agli stessi recettori cellulari del THC.

 

Stati Uniti

La deliziosa e sostenibile carne alternativa di Planet Based Foods

Planet Based Foods sta usando il loro nuovo hamburger di canapa come catalizzatore per il cambiamento. Non solo è nutriente e sostenibile, ma risolve alcune delle maggiori minacce ambientali per il nostro futuro.

Quando si parla di coltivazione della canapa negli Stati Uniti, le varietà ricche di CBD sono state al centro della scena negli ultimi anni. Ma l’uso del raccolto come grano nutriente, che risale a migliaia di anni fa, ha raccolto meno attenzione. Ciò potrebbe cambiare presto, tuttavia, a seguito della recente introduzione di hamburger di canapa e altre alternative di carne da Planet Based Foods.

Robert Davis, Direttore Ricerca e Sviluppo presso Planet Based Foods, ha una storia di 45 anni nel settore degli alimenti a base vegetale. Ha fondato Light Foods nel 1980 prima di diventare Direttore Ricerca e Sviluppo per Living Harvest, dove ha guidato lo sviluppo del primo grande mercato di latte di canapa e gelato di canapa nel 2009.

Dopo essere entrato a far parte di Planet Based Foods, Davis e il team dirigenziale dell’azienda hanno concluso che la chiave per introdurre la canapa nel flusso alimentare dipende dalla capacità di fornire un’opzione interessante per il piatto centrale. Nel tentativo di creare un appetitoso antipasto, il team ha trascorso otto anni a sviluppare l’hamburger di canapa, fatto di semi di canapa e altri ingredienti puliti. Polpette di salsiccia di canapa e hamburger e crumble di salsiccia sono stati quindi aggiunti alla scaletta, tutti parte del suo H.E.M.P. Linea di prodotti Foods, un moniker che caratterizza l’essenza di Planet Based Foods(Honorable, Ethical, Moral, Protein).

Cibo per i tempi che cambiano

La forza trainante della nuova alternativa alla carne di Planet Based Foods era il desiderio di «portare sul mercato un prodotto che rappresentasse i tempi in cui viviamo e la necessità di creare un prodotto a base vegetale che affrontasse la sostenibilità, oltre che il sapore e la consistenza», ha detto Davis in un’intervista a HEMP Magazine.

Gli agricoltori del futuro dovranno affrontare un clima che cambia che sarà sempre meno adatto alla coltivazione di alcune delle colture di base di oggi, in particolare mais e soia. Ciò significa che le aziende agricole negli Stati Uniti e in tutto il mondo avranno bisogno di nuove opzioni per mantenere il flusso di cibo.

«Guardando a tutte le varie opzioni di cereali in arrivo in futuro, la canapa fornisce un vantaggio economico all’agricoltore e anche in riferimento alla sua capacità di crescere in climi diversi, in particolare climi più caldi», ha detto Davis, aggiungendo che esiste un potenziale aumento da cinque a 10 gradi delle temperature climatiche nei prossimi 50 anni circa.

Braelyn Davis, figlio di Robert e CEO di Planet Based Foods, porta la sua vasta esperienza nel settore della canapa al vertice dell’azienda. Ha spiegato come l’integrazione della canapa nei loro cicli di rotazione delle colture possa fornire agli agricoltori molteplici vantaggi, migliorando al contempo la sostenibilità.

«Questo è molto importante per gli agricoltori, specialmente nel Midwest, che coltivano soia e mais perché possono effettivamente essere forniti di un raccolto in contanti che aiuta a irrigare e pulire i terreni per altre colture che stanno coltivando tutto l’anno», ha detto Braelyn.

Più di 20.000 burger donati attraverso il Programma 2 per 1

Planet Based Foods ha lanciato i suoi hamburger di canapa all’inizio di quest’anno attraverso il suo partner di ristoranti Stout Burgers & Beer, e i prodotti sono anche distribuiti a livello nazionale dal colosso della ristorazione US Foods.

Ma l’azienda non ha solo gli avventori dei ristoranti nel loro radar. Invece di essere solo un’altra opzione di “carne finta“, i Davis vedono i loro hamburger di canapa come un modo per affrontare la fame su scala nazionale e globale. In linea con questa filosofia, Planet Based Foods ha creato un programma 2 per 1 in cui un hamburger per ogni due hamburger venduti viene donato per nutrire una persona bisognosa.

«Stiamo mettendo i nostri soldi dove è la nostra bocca per quanto riguarda la pulizia sistematica della fonte di cibo che le persone stanno mangiando, oltre a nutrire le persone», ha detto Braelyn. Anche con le sfide poste dalla pandemia COVID-19 in corso, Planet Based Foods ha visto un successo abbastanza forte da donare più di 20.000 hamburger alle banche alimentari statunitensi e alle persone bisognose durante il lancio del marchio nel 2020. E con un aumento di capitale in corso per accogliere nuovi investitori e piani di distribuzione ai consumatori attraverso i negozi di alimentari in corso, la società sta cercando di aumentare le donazioni nel 2021 e oltre.

 

Brasile

In arrivo la Legge sulla cannabis

La Camera Bassa del Congresso brasiliano dovrebbe adottare un disegno di legge che legalizzerebbe presto la marijuana medica e la coltivazione della canapa industriale, con l’approvazione prevista entro la fine dell’anno, ha detto a Marijuana Business Daily Paulo Teixeira, un deputato federale. Al di là delle applicazioni mediche, la nuova legge aprirebbe tutti i settori della canapa in Brasile. Il disegno di legge autorizza la produzione e la commercializzazione di prodotti a base di canapa industriale a condizione che non siano destinati ad uso medico o commercializzati a “scopo profilattico, curativo o palliativo”. Spianerebbe la strada ai prodotti per la salute e la bellezza, la cellulosa, le fibre e i prodotti veterinari non medici purché tali prodotti non contengano più dello 0,3% di THC. Solo i semi sarebbero ammessi negli alimenti.

 

Stati Uniti

Il Parlamento USA approva la legge MORE sulla depenalizzazione della cannabis

La Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha votato per depenalizzare la cannabis venerdì scorso con l’approvazione del MORE Act con un voto 228-164. La proposta di legge, che cancellerebbe le condanne federali non violente per marijuana, ha poche possibilità di approvazione al Senato degli Stati Uniti a meno che il Partito Democratico non sia in grado di ottenere la maggioranza al Senato vincendo due elezioni senatoriali speciali in Georgia fissate per gennaio 2021. il più recente sondaggio Gallup sul sentimento della cannabis ha mostrato che il 68% degli americani sostiene la legalizzazione.

 

Stati Uniti

Il Sud Dakota approva le leggi del settore canapa

Le Leggi che regolamentano la canapa nello Stato americano del Sud Dakota sono state approvate, aprendo la strada agli agricoltori per piantare il raccolto il prossimo anno. Le regole approvate lunedì richiedono che i coltivatori paghino una tassa di ispezione di $ 250 e gli appezzamenti di canapa devono essere testati entro un periodo di 15 giorni prima del raccolto. I coltivatori devono contattare il Dipartimento della Pubblica Sicurezza almeno 30 giorni prima del raccolto per programmare un’ispezione. Le regole richiedono anche lo smaltimento di tutte le colture che superano il limite federale di THC dello 0,3%. Il Dipartimento dell’Agricoltura del South Dakota supervisiona il programma per la canapa. Il Dipartimento di Pubblica Sicurezza deve condurre ispezioni sul campo. Il governatore Kristi Noem ha firmato il programma statale sulla canapa industriale nella primavera del 2020. Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) ha approvato il piano in ottobre.

 

Cina

Cannabis e Medicina tradizionale cinese

Non si sente molto parlare dell’uso di cannabis nella medicina tradizionale cinese ma la pianta ha una lunga storia con la pratica. Conosciuta come da ma nella medicina cinese, la cannabis è considerata una delle 50 erbe ‘fondamentali’ della Medicina Tradizionale Cinese.

La dea cinese Ma Gu, un nome che letteralmente significa ‘fanciulla di canapa’, è associata alla longevità e all’elisir di lunga vita e il termine cinese per anestesia è composto dal carattere cinese che significa canapa.

Hua Tuo, un medico della dinastia Han, è accreditato come la prima persona a usare la cannabis come anestetico, mescolando la pianta essiccata e in polvere con il vino per uso interno ed esterno. Utilizzando questa preparazione (nota come ma fei san) insieme all’agopuntura, è stato in grado di eseguire interventi chirurgici e controllare il dolore dei suoi pazienti.

Si ritiene inoltre che la moxibuxtion – la combustione di piante essiccate vicino alla pelle per stimolare la circolazione – originariamente utilizzasse sia l’artemisia che la cannabis.

Nella moderna Medicina Tradizionale Cinese, i semi di cannabis o di canapa sono spesso usati per trattare la stitichezza. Ulteriori usi includono sollievo per crampi mestruali, ansia, tosse secca, asma e spasmi.

Si dice che la cannabis rafforzi lo Yin, ma è usata raramente da sola perché l’uso della cannabis da solo è considerato malsano e tossico nella Medicina Tradizionale Cinese, poiché può causare squilibri nel corpo.

I professionisti della Medicina Tradizionale Cinese credono tuttavia che un uso eccessivo di cannabis possa causare una carenza di vitalità, sovraccaricare il fegato e costare al corpo la sua energia Yin.

Studi recenti dimostrano che l’agopuntura manipola anche il sistema endocannabinoide, aumentando i recettori CB2 dei cannabinoidi endogeni per sovraregolare gli oppioidi nel tessuto cutaneo infiammato. Uno studio del 2009 ha mostrato che il tessuto cutaneo infiammato trattato per alleviare il dolore con l’elettroagopuntura ha avuto un aumento statisticamente rilevante dell’anandamide, un neurotrasmettitore prodotto nel corpo umano che si lega agli stessi recettori cellulari del THC. Questi studi suggeriscono che la combinazione delle terapie presenti nella Medicina Tradizionale Cinese con l’uso di cannabis potrebbe avere successo nel trattamento degli squilibri nel sistema endocannabinoide.

Un secolo di umiliazioni

Ci si potrebbe chiedere: «Se la MTC usa la cannabis nella sua pratica, perché l’uso di cannabis è illegale in Cina?» La risposta è la colonizzazione e le guerre dell’oppio.

A metà del XIX Secolo, dopo la sconfitta della dinastia Qing, gli inglesi costrinsero la Cina a legalizzare l’oppio, creando una generazione di tossicodipendenti e indebolendo la forza del Paese. Il governo britannico ha intenzionalmente incoraggiato la dipendenza da oppio al fine di forzare il commercio nei porti cinesi e indebolire il punto d’appoggio economico del Paese nel mondo oltre che per fare soldi con le vendite di oppio. Dopo che la Gran Bretagna ha acquisito influenza nel Paese, sia gli Stati Uniti che la Francia hanno utilizzato lo stato indebolito della Cina per sfruttare il loro potere e chiedere l’accesso ai suoi porti per il commercio.

Dopo decenni di guarigione dagli effetti nefasti delle guerre dell’oppio, i professionisti della Medicina Tradizionale Cinese di oggi sono sempre più disposti a collaborare con i loro pazienti e ad avere conversazioni informate sull’uso della cannabis nella vita quotidiana. Un esempio di ciò è il fatto che l’American College of Traditional Chinese Medicine del CIIS di San Francisco ha tenuto un simposio lo scorso anno per aiutare a istruire meglio i professionisti sulle applicazioni mediche della cannabis e su come potrebbe adattarsi alle terapie con i loro pazienti. Questo corso, che era aperto agli agopuntori, mostra che insieme a una rinascita dell’incorporazione della cannabis nella MTC, la curiosità, l’indagine e l’entusiasmo per saperne di più su questa pianta non sono mai stati più evidenti.

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->