venerdì, Agosto 19

L’ ASEAN integrata field_506ffbaa4a8d4

0
1 2


Lo sviluppo dei tre pilastri – la politica della sicurezza, l’economia e i legami di tipo socio-culturale – dovrebbero essere tenuti in egual conto.

Le genti dell’ASEAN dovrebbero essere più attraenti nel mercato internazionale in relazione all’implementazione dei propri livelli di competitività nella regione stessa.

Da questo punto di vista, i media possono svolgere un ruolo davvero fondamentale nella costruzione di un immaginario collettivo Sud Est asiatico ma anche nel ‘confezionare’ una veste unitaria ai popoli dell’area, in modo tale che l’unità culturale che va via via costituendosi e strutturandosi, appaia sempre più anche una unità culturale e antropologico-culturale di riferimento molto importante e non solo in questa specifica area ma anche nel contesto più globale. Ciò richiede anche la creazione di una generale attenzione e spirito critico per spingere il processo comunitario a spostarsi sempre più avanti lungo il proprio cammino. Il ruolo dei media, infatti, è quello di comunicare alle persone che questo ‘sogno asiatico’ dell’ASEAN intesa come comunità, appartiene a tutti ed a ogni singolo individuo, come ha riferito chiaramente Pitsuwan durante il Forum annuale del Club Giornalisti ASEAN tenutosi a Bangkok.

Charnvit Kasetsiri, esperto di Storia del Sud Est Asiatico ed ex Rettore della Thammasat University , ha sottolineato l’importanza del dare più enfasi al pilastro socio-culturale, per rafforzare i legami tra tutti i popoli della regione. Gli scambi persona a persona, accademico ad accademico e studente a studente sono tutti di rilevanza pari alle relazioni governo a governo in tutta l’area.

In termini di politica e sicurezza Panitan Wattanayagorn, esperto in relazioni internazionali della Chulalongkorn University, ha posto attenzione sul fatto che la regione nella sua interezza dovrebbe prima possibile trasformarsi in un luogo di confronto tra superpotenze.

Il coinvolgimento di grandi potenze quali la Cina e gli Stati Uniti con differenti singole Nazioni dell’area ASEAN potrebbero essere la fonte di potenziale disintegrazione tra i Paesi membri. Ecco perché si è evidenziato anche il fatto che i problemi derivanti dal contesto sovranazionale e transnazionale, come l’immigrazione illegale o altre questioni di tipo confinario, nella prospettiva della strutturazione dell’ASEAN acquisiscono una complessità necessariamente diversa e di ben altro livello e spessore rispetto all’affrontare tutte queste tematiche singolarmente o con dialoghi o trattati di tipo bilaterale. «C’è quindi, evidentemente bisogno di un linguaggio più integrato e co-gestito nell’area vista nella sua interezza», ha aggiunto l’accademico e studioso.

Kasemsant Weerakun, esperto di materie economiche nell’area ASEAN, ha affermato che la disparità economica tra gli Stati Membri ASEAN viene percepita come un grande ostacolo lungo la via dell’approfondimento della cooperazione economica. La comunità degli affari attribuisce maggior importanza all’allargamento del mercato ASEAN attraverso un coinvolgimento di altri Paesi, una specie di ASEAN più Sei, con Cina, Corea del Sud, Giappone, India, Australia e Nuova Zelanda.

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->