venerdì, Settembre 24

Kosovo, la protesta contro il premier Ramush Haradinaj Il politico si è raddoppiato lo stipendio portandolo da 1500 a 3mila euro al mese

0

«Devo essere al livello delle mie responsabilità, sono obbligato a indossare la cravatta, non posso uscire con una maglietta». Così ha parlato il premier del Kosovo, Ramush Haradinaj, dopo essersi raddoppiato lo stipendio portandolo da 1500 a 3mila euro al mese.

Il salario medio in Kosovo è di 364 euro e con un 30% circa della popolazione disoccupato, la situazione non è per nulla facile. E per questo, dopo le parole di Haradinaj è scoppiata una particolare protesta. I militanti dell’ong Dietro il muro, hanno organizzato una colletta di cravatte da consegnare al primo ministro. Un appello lanciato sui social media ha collezionato 214 cravatte che ha appeso al cancello dell’ufficio di Haradinaj.

«Ramush Haradinaj è il premier di gente povera che guadagna 200 euro al mese. Non deve mai scordarsi di essere il rappresentante di persone che non hanno il problema della cravatta ma quello di essere poveri», ha affermato Kushtrim Mehmeti, uno dei responsabili dell’ong.

 

(video tratto dal canale Youtube di IBTimes UK)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->