martedì, Maggio 18

Kirchner orgogliosa dell'economia attuale? La sua posizione è positiva e orgogliosa di quanto realizzato in questi anni

0

Riportiamo con dei tagli le parole della Kirchner durante il 158 ° anniversario della Borsa di Buenos Aires sulla situazione dell’economia attuale, argetina e non solo : “Ho seguito da vicino le parole di Adelmo Gabbi e non posso che condividere la necessità di articolare il pubblico e il privato, perché è molto virtuoso ed è come abbiamo vissuto negli ultimi anni, ma in un momento in cui l’economia globale e il nostro è molto particolare e molto speciale per il Paese. Il presidente ha detto che il mondo ha avuto una crisi di fiducia che la questione di come avessero tali tassi debitori bassi e tassi di prestito più in alto o viceversa non è compreso. In realtà ciò che Adelmo ha visto come un unico dominatore, in occasione delle riunioni del G20, una crisi che abbiamo conosciuto molto bene, per lungo tempo, e che era il strangolamento del settore esterno. Questo è il debito estero del settore pubblico e debito estero del settore privato e il settore esterno della famiglia.

Nel governo spagnolo c’è stato un livello di indebitamento tra banche, Caixas, o il debito in rapporto al PIL di poco superiore al 90%. Se andiamo al livello di indebitamento delle famiglie è pari al 100%. Non parliamo del debito del US Treasury, lasciato fuori dal computo perché viene emessa un po’ di luce dai dollari presi in prestito e trasferiti in nel debito delle famiglie americane che è superiore anche al 100%.

L’attacco speculativo formidabile che si verifica, per esempio, oggi nella zona euro non riconosce precedente. Negli ultimi cinque mesi – per esempio – hanno lasciato la Spagna di circa due miliardi di dollari, e Francia e Germania, quest’ultima in particolare posto nella terza settimana di maggio, il debito – ascolta bene – 0.007 di tre mesi, e poi la settimana successiva ha messo a 0,003 per cento tre mesi. Questo non è pagare gli interessi che si carica direttamente alle persone di avere lui i soldi in banca. Allo stesso tempo, gli investitori in fuga i paesi periferici della zona euro e si rifugiarono nelle banche tedesche e francesi, queste banche prestato in Spagna per lo stesso slittamento al 2 per cento un guadagno formidabile.

E non è vero che c’è una spesa pubblica enorme. Come faccio a definire la spesa o gli investimenti pubblici? Se così fosse affrontando gli investimenti pubblici, ad esempio, i progetti di infrastrutture per creare posti di lavoro e la capitalizzazione di piani promozionali statali di tenere, ad esempio, il lavoro e l’occupazione. Niente di tutto questo è gestito oggi in Europa. In Spagna, ad esempio, è stato finanziato Bankia – Rodrigo Rato, si ricorderà, era capo del Fondo monetario internazionale, che ha usato per darci lezioni-a 230 miliardi di euro. Hai sentito la cifra? Una banca: 230 miliardi di euro.

I minatori, che l’altro giorno, hanno marciato per le strade di Madrid, violentemente repressi, vedono come necessario il loro lavoro  e le loro fonti di lavoro sono stati qualcosa come 200 milioni di euro annui. Come vedremo, poi, vi è un enorme spesa pubblica, vi è un finanziamento formidabile alle banche in modo che possano ritirano dalle posizioni coinvolte nei paesi periferici, perché sono le stesse banche che hanno prestato.

Secondo il governo dell’Alleanza è stato un forte mercato ai fini di garantire che le persone avrebbero avuto i soldi che ci avrebbero rimborsato il segnale negativo delle banche. Come se l’economia potrebbe essere gestito da una legislazione e la fiducia e la sicurezza potrebbe dare la legge. Le risorse sono garantite solo con le risorse, non discorsi; non parole; nessuna legge.
I
l paese è imploso perché in realtà stavamo trascinando un debito, sarebbe ingiusto dire che il debito è stato negli ultimi due o tre anni. In realtà, il problema del debito, in Argentina, come settore – quindi bisogna essere molto attenti con i membri del club in debito, perché il debito del club che chiedono il debito, ma poi finisce per pagare lo Stato tramite la nazionalizzazione del debito privato, come è stato nel ’82.

Quello che paghiamo ora, il Boden 2012, che è altrimenti il ​​denaro che dovrebbe essere tornato alle banche di cittadini argentini, quindi, per me cattura davvero la mia attenzione quando i critici della regolamentazione statalismo è per le imprese. Tuttavia nessuno ha detto niente quando il debito è stato esteso nel 1982, il settore privato. In realtà, la questione del debito – come ho voluto dire loro – viene dalla nascita della nostra storia. E ‘nato con Baring Brothers a Londra, l’ineffabile Bernardino Rivadavia ancora non so perché prendono tante piazze e strade di nome, ma la verità è che 1 milione di sterline è stato pagato, tra virgolette, in Argentina, che Erano solo 500.000 sterline in oro, a Londra, perché l’altro 500 000 è stato pagato in tasse alle banche e banchieri, a spese dei funzionari viaggiare, commissioni. E in Argentina ha raggiunto solo 60.000 sterline. Questo era ciò che realmente si è unito l’Argentina. E questo debito con Baring Brothers di Londra, di Bernardino Rivadavia recentemente finito di pagare, nel 1904, e ha finito per pagare 27 milioni di pesos oro contro carta 3 milioni di pesos che abbiamo ricevuto in quel momento. Si è nazionalizzato il debito e non si è sentito nessuno dei sostenitori o critici del statalismo protesta permanente contro la nazionalizzazione del debito privato, che sono in ultima analisi i legami Par, obbligazioni di sconto, ecc, ecc, finiremo per pagare di recente, nell’anno 34. Ci sono legami che sono stati emessi al momento – tra Par, sconto – sono con legge di New York e che solo finiscono per pagare per l’anno 34.

Poi venne il secondo periodo di indebitamento, che è stata la convertibilità, e per sostenere la finzione che un peso pari a un dollaro. Alcuni dei Paesi, per fortuna, hanno recuperato il patrimonio degli argentini, ma la verità è che non vi era un debito che culminò. Sarebbe anche poco serio imputare l’ultimo governo che è esploso tra le mani la responsabilità di tutto pompare debito.

Lei ha affermato che oggi un ciclo storico è soddisfatto e anch’io lo penso. Ho letto molti giornali che saremmo venuti a celebrare il pagamento scambio Boden 12. E’qualcosa da festeggiare o qualcosa per riflettere e per verificare che la politica di riduzione del debito – realizzata da questo governo – che non è solo il Boden 12 perché questa volta la più emblematica è stata la crisi istituzionale, sono stati i risparmi. Si noti che il 57 per cento dei depositi, che sono stati poi fissati con il Boden 12 – erano meno di 50.000 $, o è stato depositi a risparmio tanto argentini: classe media, medio-borghese, medio-alta; forse un altro 30 o 40 potrebbero essere di alta classe. Ma la verità è che erano i risparmi di argentini e la verità è che era l’emblema. Perché? In primo luogo, perché era qui in debito, con l’Argentina è diventato legge; e in secondo luogo, perché si è conclusa con un governo, ma fondamentalmente causato una crisi sociale e culturale in Argentina, molta violenza e le morti.

Quindi penso che quello che dovremmo fare oggi – se mi aiuti con le diapositive – la cui prima parte relativa al debito pubblico totale. Oh io mancherò, ne sono sicuro, non ho mai parlato con scivoli. Beh, ci sono molto buoni. Beh, che scivola potrete vedere ciò che il debito pubblico totale e PIL, o il prodotto interno lordo contro: nel 2002, significa che il 166 per cento del nostro Pil, il debito oggi – nel 2011- significa 41 8, la maggior parte senza ricevere pubblico come vedremo in seguito.

Il secondo, per favore totale Debito Pubblico detenuto dal settore privato, in valuta estera, contro il PIL: nel 2002 avevamo in valuta estera il 92 per cento del PIL; fino ad oggi abbiamo 9,6 per cento. Avviso 92-9,6 cento e domani – quando la paga la Boden 12 – andrà a dovere in valuta estera al PIL, solo il 8,4 per cento. 92 per cento al 8,4 per cento in valuta estera.

Vorrei ricordare che questo non è solo Boden 12 ovviamente questa è la ristrutturazione del debito, avviato contro ogni previsione e contro tutte le probabilità del presidente Kirchner. E ‘anche il versamento al Fondo Monetario Internazionale, che aveva anche un sacco di critiche, perché si diceva che era praticamente lasciato con solo 18 miliardi di dollari di riserve e pensato che il mondo era finito, ma che l’Argentina e il Brasile ha preso la decisione. E ‘l’altra parte della ristrutturazione che si svolge durante il mio primo mandato e che questo farà anche una totale e il 93 per cento dei creditori hanno accettato di entrare nel commercio. Tutto questo ha fatto pagare con rigore, senza accesso ai mercati dei capitali, con le risorse argentini. Sappiamo tutti che l’Argentina non emette dollari, ci sarebbero altri problemi, non ha più problemi di sempre. Avremmo altri problemi, ma sarebbe altri.

La verità è che i dollari entriamo noi o da investimenti diretti esteri, turismo o immettere noi, o si entra dalla bilancia commerciale; dollari commerciali sono il più genuino, perché sono la differenza tra ciò che compriamo e quello che vendiamo. Questo è anche per questo che non solo un’amministrazione nella nostra quotazione cambio ma anche avere una amministrazione nel nostro commercio, perché non abbiamo bisogno di emettiamo dollari e dollari per i nostri imprenditori per comprare generi di prima necessità per mantenere la produzione.
Un’ immensa indipendenza dalla volatilità del mercato, che vanno da un luogo all’altro tutti i giorni e anche ci permettono di agire in modo efficace nei confronti di altri club argentino.  Ci sono molti club in Argentina: Boca, River, comunicazioni, ed è il endeudadotes del club, come ho detto, è il devaluadotes club, che sono legati solo nella loro produzione verso l’esterno e quindi non si preoccupano potere d’acquisto dei lavoratori in una cosa piuttosto suicida perché se vediamo e analizziamo la crisi del 2008 e del 2009, vediamo che in realtà ci ha permesso di sostenere l’attività economica, superare la crisi e hanno la più forte crescita – che è stato il 2011- l’anno, in un mondo che è stato appena crollando mercato nazionale e il potere d’acquisto dei salariati argentini, che in realtà è stato anche uno dei pilastri. Siamo stati in grado di superare la contraddizione tra mercato interno ed export che ha segnato gran parte del secolo scorso, quando eravamo appena 6 milioni di abitanti e poi il paese poteva permettersi di essere puramente esportazione; 40 milioni di argentini devono avere un forte mercato interno, in quanto supportano solo l’esportazione non ha sostenibilità o economico o istituzionale, politico o sociale.

Ma passiamo al debito pubblico complessivo, tenuto da privati, di valuta estera pro capite: Mi ricordo che c’era sempre un programma che ha fatto una cosa in cui siamo stati l’aggiunta di molto il debito e quanto ad ogni argentino. Nell’anno 2002-03 è stato $ 2250 ogni argentino dovrebbe $ 962 oggi, il calo è stato più del 50 per cento del debito pro capite in Argentina, che significa che dobbiamo anche continuare nel compito di desendeudar non cadere in quello che oggi è proprio vivendo il mondo sviluppato in modo drammatico e finiamo anche noi un impatto.

Ho letto ieri, in qualche modo, sapeva senza leggere, naturalmente, ma confermato da un mezzo che le esportazioni di carne erano caduti tra il 27 e il 30 per cento. Non solo le esportazioni sono diminuite, Adelmo, si sa, il prezzo e il volume è sceso. Il contingente Hilton, la nostra carne Premium, abbiamo pagato lo scorso anno a $ 22,000 quest’anno è compreso tra 12 000 e $ 13 000 tassa se lo comprate. Per non solo ha abbassato il prezzo, il volume è sceso perché la domanda chiara carne europea Premium mangiare non vanno ai ristoranti. Latte, un altro elemento chiave nel nostro settore, e con grande impatto nella tua provincia, per esempio, vi è una zona caseificio, come Santa Fe, una tonnellata di latte è stato – la fine del 2010, e nel 2011, a $ 5.000 tonnellata di latte in polvere, che è ciò che oggi viene esportato è compresa tra 2.600 e 2.700 e anche meno domanda.

Successivamente vi è la crescita del PIL e il debito, questo è la chiave, e questo ha a che fare con quello che ho detto, ci si vedrà una linea marrone è il debito, come brusche vedranno la linea blu , che è la crescita. Come si intersecano? Non è un caso, questo è causale, perché potremmo evitare vincoli esterni, perché abbiamo potuto tornare a gestire il nostro scambio di noi, attraverso la crescita, cominciare a pagare. Chiaramente mi ricordo il primo discorso di Kirchner, nell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, nel 2003, quando affrontato il problema del debito e ha detto loro di si prega di lasciare a crescere e non ci ha annegare perché i morti non pagano i debiti. E ho la sensazione che l’Europa non capisce.

Tornando alla crescita, se le persone perdono il lavoro, abbassano lo stipendio, finiremo il mutuo o di casa, se si rimuovono i benefici sociali se portano via i benefici. Ho letto l’altro giorno che ha rimosso il 10 per cento dei posti di lavoro del settore pubblico in Spagna, 50.000 posti letto in ospedali pubblici vengono soppressi. In grado di sostenere una società e un’economia in queste condizioni. Il debito in termini di PIL è diminuito e il PIL è cresciuto di oltre l’80 per cento registrando la crescita più significativa della nostra storia 200 anni. Poi gli interessi del debito pubblico in percentuale pagata in risorse totali dello Stato. Risorse, non il PIL, il PIL è l’intero volume dell’economia, le risorse sono la tassa, che ha lo status: 21,9, quasi il 22 per cento delle entrate fiscali sono stati utilizzati per pagare il debito oggi 6 per cento e credo che un po ‘meno, visto che paghiamo il Boden 12 e da quella della crescita pagare il buono, che è pagato 3.500 milioni, pagabili in dicembre. Questo Boden 12 è pagato legge Argentina. Ricordano che c’era molto voce che non è stato pagato, che stavamo andando a pesificar; poi ti spiego dove il business è stato tutte queste voci e di come in due occasioni – nel 2001 e nel 2002 – ampi settori finanziari sono stati lasciati con il denaro. Passo ora a spiegare perché emerge in modo molto chiaro.

La pensione, per coloro che la percepiscono, è 1.687 pesos, con un nuovo potere d’acquisto dei lavoratori, pensionati e pensionati e debito in calo. Questo è semplicemente la crescita, questo consumo è popolare perché è quello che il capitalismo è. Le persone non sono capitalisti perché, non il muro di Berlino è caduto a causa, è caduto perché erano sul lato est voluto avere le stesse cose materiali e le stesse libertà che era dall’altra parte, ma ovviamente la libertà di morire La fame deve vedere, e nessun lavoro troppo. Ma penso che quello che è stato essenzialmente mobilitata consumo. Ora è il debito pubblico complessivo, tenuto da privato, contro il PIL, questo è molto importante, vale a dire settore privato o cittadini stranieri, nel 2002, era di 124 per cento; oggi è appena il 12 per cento; è tanto il debito del settore intra-pubblico. La crisi dopo due generazioni è stata ripresa perché la gente le cose che si dicono le ascolta e analizza, riflette nel corso di due generazioni. Ciò si traduce in iperinflazione. Il sistema finanziario sta per rimanere con poche o senza deposito , ci vorranno molti anni prima che un argentino di nuovo essere un tempo determinato nel paese. Tutto quello che posso fare oggi è Argentina dollarizzazione, qualsiasi altro regime monetario o di cambio è destinato a fallire.” Joaquín Cotani, Lehman Brothers. Non so dove sia Joaquín Cotani, sappiamo cosa è accaduto a Lehman Brothers. 1.705.000 sono detentori esteri.  La variazione dell’indice di Merval durante convertibilità era 5 %; che era il modello nazionale e popolare e democratico, per favore, 254%. Un governo che ha fatto i suoi lavoratori hanno le migliori salari in America Latina”

(tratto al canale ‘Youtube’ dell’emittente ‘C5N’)

 

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.

Sull'autore

End Comment -->