venerdì, Settembre 24

Kepler-90, il mini sistema solare scoperto da Nasa e Google Otto pianeti che le orbitano attorno, proprio come quelli del Sistema Solare

0

Un piccolo sistema solare a 2-545 anni luce da noi. E’ quello che ha annunciato di aver scoperto la Nasa, grazie all’intelligenza artificiale di Google. In particolare, analizzando i dati relativi ai 35mila potenziali pianeti extrasolari, si è scoperto che la stella Kepler-90 ha 8 pianeti che le orbitano attorno, proprio come gli 8 del Sistema Solare.

L’ultimo esopianeta scoperto, Kepler-90i, ha un diametro del 30% superiore a quello terrestre e si trova, proprio come la Terra, ad occupare il 3° posto per distanza dalla propria stella. Ma questo è molto più vicino alla stella rispetto a noi e le orbita attorno in soli 14,4 giorni. Gli astronomi della Nasa stimano che la sua superficie abbia una temperatura di più di 400 gradi, decisamente troppo calda per ospitare acqua liquida o la vita.

C’è voluto il ricorso all’intelligenza artificiale per estrarre dall’enorme mole di dati la presenza di un ottavo piccolo pianeta. E tutto questo grazie a Google, che ha permesso di trovare anche un sesto pianeta in un altro sistema, quello della stella Kepler 80.

(video tratto dal canale Youtube di IBTimes UK)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->