sabato, Maggio 8

Kenya: scontri durante il giuramento di Kenyatta La cerimonia di insediamento si è tenuta allo stadio Kasarani di Nairobi, davanti a circa 60.000 persone

0

Uhuru Kenyatta ha giurato per il suo secondo mandato alla presidenza del Kenya. La cerimonia di insediamento si è tenuta allo stadio Kasarani di Nairobi, davanti a circa 60.000 persone.Il presidente è stato confermato alla guida del Paese con il 98% dei voti, a fronte di un’affluenza del 39% degli aventi diritto. Per questo il leader dell’opposizione Raila Odinga sta continuando la sua campagna di boicottaggio, bollando la cerimonia di insediamento come ‘incoronazione’.

Kenyatta ha esortato i politici a utilizzare «la diversità del paese per il bene nazionale invece di abusarne per il guadagno personale. All’interno del mondo politico, è normale avere differenze, ma ciò non significa che non possiamo coesistere e vivere insieme in pace».

Tensione le ore precedenti l’insediamento a Nairobi, con la polizia che ha lanciato gas lacrimogeni e si è scontrata con i sostenitori sia del partito di governo che dell’opposizione. Gli agenti hanno cercato di impedire ai sostenitori dell’opposizione di tenere un raduno nella capitale, scatenando scontri, mentre i sostenitori di Kenyatta si sono scontrati con la polizia nel tentativo di entrare nello stadio dove si apprestava a giurare Kenyatta.

(video tratto dal canale Youtube di France 24)

L’informazione che non paghi per avere, qualcuno paga perché Ti venga data.

Hai mai trovato qualcuno che ti paga la retta dell’asilo di tuo figlio? O le bollette di gas, luce, telefono? Io no. Chiediti perché c’è, invece, chi ti paga il costo di produzione dell'Informazione che consumi.

Un’informazione che altri pagano perché ti venga data: non è sotto il Tuo controllo, è potenzialmente inquinata, non è tracciata, non è garantita, e, alla fine, non è Informazione, è pubblicità o, peggio, imbonimento.

L’Informazione deve tornare sotto il controllo del Lettore.
Pagare il costo di produzione dell’informazione è un Tuo diritto.
"L’Indro" vuole che il Lettore si riappropri del diritto di conoscere, del diritto all’informazione, del diritto di pagare l’informazione che consuma.

Pagare il costo di produzione dell’informazione, dobbiamo esserne consapevoli, è un diritto. E’ il solo modo per accedere a informazione di qualità e al controllo diretto della qualità che ci entra dentro.

In molti ti chiedono di donare per sostenerli.

Noi no.

Non ti chiediamo di donare, ti chiediamo di pretendere che i giornalisti di questa testata siano al Tuo servizio, che ti servano Informazione.

Se, come noi, credi che l’informazione che consumiamo è alla base della salute del nostro futuro, allora entra.

Entra nel club L'Indro con la nostra Membership

Condividi.
End Comment -->